Home PoliticaMondo 125 casi di salmonella legati alla fabbrica di cioccolato Ferrero in Belgio

125 casi di salmonella legati alla fabbrica di cioccolato Ferrero in Belgio

da Notizie Dal Web

Le autorità per la sicurezza alimentare stanno indagando su 125 casi di intossicazione alimentare da salmonella segnalati in diversi paesi europei con prove che indicano uova di cioccolato potenzialmente contaminate prodotte in uno stabilimento Ferrero in Belgio, secondo i funzionari.

“La Commissione conferma infatti che sta seguendo da vicino l’epidemia di Salmonella Typhimurium, che è attualmente in corso in diversi Stati membri dell’UE e nel Regno Unito”, ha detto a POLITICO il portavoce dell’UE Stefan De Keersmaecker in una e-mail, aggiungendo: “Ritiro e richiamo di lotti sospetti sono in corso”.

“Prove epidemiologiche e analitiche indicano uno stabilimento che produce prodotti di cioccolato ad Arlon (Belgio)”, ha aggiunto. Questo è il Posizione di una fabbrica Ferrero.

I 125 casi sono sparsi tra Francia, Germania, Paesi Bassi, Belgio, Irlanda e Svezia, con il Reportage della BBC 63 casi solo nel Regno Unito, per lo più nei bambini piccoli.

Lunedì la Food Standards Agency del Regno Unito ha stabilito un collegamento diretto con Ferrero, annunciando chiede all’azienda di richiamare alcuni prodotti Kinder Surprise per la “possibile presenza” di salmonella. “Solo i prodotti Kinder Surprise fabbricati in Belgio sono interessati”, si legge sul suo sito web. Ferrero ha annunciato sta ritirando i prodotti in questione.

In Irlanda, dove ci sono stati 10 casi, sabato l’Autorità per la sicurezza alimentare (FSAI) ha annunciato che avrebbe ritirato i prodotti Kinder. L’amministratore delegato dell’FSAI Pamela Byrne ha scritto: “Dato che ci stiamo avvicinando alla Pasqua, invitiamo i genitori e i tutori a controllare a casa se hanno qualcuno dei prodotti e, in tal caso, a garantire che non vengano mangiati”.

Da gennaio sono stati segnalati quattro casi in Svezia, tutti in bambini che avevano mangiato prodotti Kinder, ha affermato un funzionario svedese. Hanno aggiunto che le autorità svedesi stanno indagando sull’origine dell’epidemia.

Lunedì il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie ha tenuto un incontro con i funzionari nazionali per coordinare le risposte. Un portavoce dell’altra agenzia competente dell’UE, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, ha affermato di essere “consapevole” della situazione.

Ferrero non ha risposto alla richiesta di commento di POLITICO al momento della pubblicazione. Il colosso alimentare italiano ha dichiarato alla BBC che nessuno dei suoi prodotti in vendita era risultato positivo alla salmonella.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati