Home Cronaca Si può rischiare la carriera dopo un anno di servizio in Atac per fare i video su TikTok?

Si può rischiare la carriera dopo un anno di servizio in Atac per fare i video su TikTok?

da Giornalettismo

Un anno di lavoro in un’azienda come Atac, in piena pandemia quando tante persone hanno perso il posto o potrebbero perderlo a breve. Ecco: un anno di lavoro che rischia di finire malissimo, con una carriera buttata al vento e un possibile licenziamento. Per cosa poi? Per alcuni video su TikTok evitabilissimi. Ok, la corsa a diventare influencer a tutti i costi e di trovarsi delle “nicchie” all’interno delle quali inserirsi per essere originali. Ma così davvero sa di beffa. Da Roma – raccontata per prima dal Messaggero – arriva la storia di un’autista Atac su TikTok che rischia il licenziamento proprio per aver utilizzato il social network in servizio e per aver pubblicato alcuni video delle sue manovre.

LEGGI ANCHE > Garante, TikTok e under 13: «Non è il blocco che avevamo richiesto, ma è il primo passo»

Autista Atac su TikTok, la storia

Oltre 5mila followers su TikTok, più di 65mila like raccolti: i suoi video erano girati direttamente dalla postazione di guida dell’autobus del servizio pubblico di Roma. Molto spesso, le immagini erano accompagnate da canzoni di Lorella Cuccarini (che faceva da colonna sonora a manovre spesso “al limite”) o da neomelodici (che hanno un vastissimo seguito su TikTok). L’autista era solita interagire anche con altri colleghi (non necessariamente in servizio) e con cittadini che, tuttavia, le facevano notare come i suoi comportamenti non fossero corretti.

«I tuoi video sono passibili di denuncia – aveva scritto qualche tempo fa un utente di TikTok – visto l’uso di un cellulare alla guida di un mezzo pubblico. Li farò vedere a chi è di competenza». Ma la donna sembrava non scomporsi particolarmente nemmeno di fronte a situazioni come questa. Ora, tuttavia, l’azienda avrebbe preso provvedimenti nei suoi confronti: al momento non riceve gli stipendi, mentre la commissione disciplinare starebbe decidendo il da farsi rispetto all’ipotesi più estrema, ovvero quella del licenziamento.

autista atac su TikTok

Al momento, l’account dell’autista su TikTok risulta in modalità privato. Tuttavia, alcune sue immagini – con tanto di nickname – circolano su diversi social network ed è molto semplice risalire a suoi video (anche grazie a servizi che raggruppano i video di TikTok per hashtag e li mostrano pubblicamente). Così come sono disponibili alcuni video di colleghi dell’autista che magari hanno account pubblici e che l’hanno taggata nella challenge dei duetti. Il provvedimento di Atac nei confronti della donna sembra, insomma, poggiarsi su evidenze abbastanza facili da raggiungere. La domanda è: ne valeva la pena?

L’articolo Si può rischiare la carriera dopo un anno di servizio in Atac per fare i video su TikTok? proviene da Giornalettismo.

Continua a leggere l’articolo qui -> Si può rischiare la carriera dopo un anno di servizio in Atac per fare i video su TikTok?
Autore:

Gianmichele Laino

Articoli correlati