Home PoliticaMondo 4 paesi in lotta per il miglior lavoro del fondo di salvataggio

4 paesi in lotta per il miglior lavoro del fondo di salvataggio

da Notizie Dal Web

Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi e Portogallo hanno presentato candidati per il posto di amministratore delegato del meccanismo europeo di stabilità, il fondo di salvataggio dell’UE, alla scadenza di lunedì.

Le candidature tracciano cosa POLITICA segnalato la scorsa settimana. Chiunque vinca, segnerebbe la prima volta che un nuovo candidato viene nominato per il ruolo. L’attuale capo dell’ESM, Klaus Regling, si dimetterà a ottobre dopo due mandati di cinque anni.

Il candidato della Roma lo è Marco Buti, capo di gabinetto del commissario all’Economia Paolo Gentiloni ed ex capo del braccio della politica economica della Commissione. I Paesi Bassi hanno schierato Menno Snel, ex viceministro delle finanze olandese che si è dimesso nel 2019 per un scandalo comportare una cattiva gestione degli assegni familiari. Il Portogallo è andato con il suo ex ministro delle finanze, João Leão, così come il Lussemburgo, con Pierre Gramegna.

I paesi hanno tempo fino al 23 maggio per creare sostegno ai loro candidati, in vista della riunione dei ministri delle finanze della zona euro quel giorno, quando una decisione è all’ordine del giorno. L’obiettivo è arrivare a un candidato per consenso e confermare la decisione in un altro incontro a giugno.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati