Home PoliticaMondo Berlino prende di mira i beni sanzionati in Germania

Berlino prende di mira i beni sanzionati in Germania

da Notizie Dal Web

BERLINO — Il ministro delle finanze tedesco Christian Lindner ha dichiarato mercoledì che il suo ministero sta pianificando di modificare la legge per rendere più facile prendere di mira le persone sanzionate in relazione alla guerra russa in Ucraina.

“Stiamo esaminando se coloro che sono negli elenchi delle sanzioni potrebbero essere legalmente obbligati a rivelare i propri beni in Germania”, Lindner detto ai giornalisti, aggiungendo che tale “obbligo legale da parte delle persone elencate sarebbe quindi passibile di sanzioni pecuniarie o perseguibili penalmente”.

Lindner ha istituito una task force congiunta per affrontare le scappatoie delle sanzioni con il ministero dell’economia e del clima del vicecancelliere Robert Habeck.

Le sue osservazioni sono arrivate lo stesso giorno in cui la Commissione europea ha redatto un piano per un sesto pacchetto di sanzioni contro il presidente russo Vladimir Putin e gli alleati e il settore petrolifero e bancario russo.

Habeck ha affermato che un embargo sul petrolio russo “deve essere attuato e che potrebbero esserci alcuni ostacoli lungo la strada … Ma questo è qualcosa di diverso dal dire che non saremmo in grado di sopportare l’embargo petrolifero come nazione”.

Si è rivolto anche all’enorme numero di ucraini fuggiti nell’UE per fuggire dalla guerra, dicendo che il “compito del momento” era trovare loro un alloggio e un lavoro.

La Germania dovrebbe anche aiutare le migliaia di russi in fuga dal governo sempre più autoritario di Putin: “Offriamo anche lavoro a coloro che stanno fuggendo o sono già fuggiti dalla Russia e dal regime di Putin”, ha affermato.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati