Home PoliticaMondo Come assistere al funerale della regina Elisabetta II da professionista

Come assistere al funerale della regina Elisabetta II da professionista

da Notizie Dal Web

LONDRA — La Gran Bretagna sta dicendo addio alla regina Elisabetta II — e lo sta facendo con stile.

Mentre i leader mondiali si riuniscono a Londra per i funerali di stato del monarca lunedì, gran parte del paese si fermerà. I negozi e i pub chiuderanno, gli inglesi si prenderanno il giorno libero dal lavoro e dalla scuola e il paese si fermerà e rifletterà su un notevole regno di sette decenni con un momento di silenzio a livello nazionale.

Segna il primo funerale di stato che avrà luogo nel Regno Unito dalla morte del primo ministro in tempo di guerra Winston Churchill nel 1965, e davvero la fine di un’era, quindi nessun dettaglio è stato lasciato al caso. Ecco la guida di POLITICO a cosa aspettarsi.

Come si svolge la giornata

Aspettati un sacco di sfarzo, una forte dose di cerimonie e un raro momento di quiete e tranquillità per un paese che ha passato così tanto dell’ultimo decennio a litigare con se stesso.

Lunedì alle 6:30 ora del Regno Unito, la menzogna nello stato della regina volge ufficialmente al termine, portando a termine quella che è stata una dimostrazione di affetto senza precedenti per la monarchia da parte del pubblico britannico, incapsulata, ovviamente, da quell’epopea coda. Anche per una nazione di code, gli inglesi hanno superato se stessi, facendo la fila per miglia per sfilare davanti alla bara del defunto monarca mentre giaceva sotto il tetto secolare con travi a martello di Westminster Hall. Le porte chiudono lunedì mattina.

Alle 10:44, la bara della regina viene caricata su un carro armato per la processione verso la vicina Abbazia di Westminster. Il nuovo re seguirà a piedi, accompagnato dai membri anziani della famiglia reale.

Alle 11, inizia il servizio funebre stesso, a cui partecipano leader mondiali e dignitari stranieri (più su quel lotto brontolone di seguito). Il decano di Westminster condurrà il servizio e ci saranno letture del primo ministro Liz Truss – nominato dalla regina solo due giorni prima della sua morte – così come Patricia Scotland, segretario generale del Commonwealth delle Nazioni, e l’arcivescovo di Canterbury Justin Welby, il leader della Chiesa d’Inghilterra.

Aspettati una relazione discreta (almeno per gli standard reali) in linea con i desideri della regina. L’ex arcivescovo di York John Sentamu, informato sugli accordi durante il suo mandato, ha detto domenica alla BBC che alla regina “non piacevano quelli che chiamava ‘servizi lunghi e noiosi'” e ha promesso una cerimonia radicata nel Book of Common del 1662 La preghiera, il tradizionale libro di preghiere della Chiesa anglicana.

Alle 11:55, L’ultimo messaggio – una breve e tradizionale fanfara suonata in ricordo – suonerà, prima che tutta la Gran Bretagna si fermi per un silenzio di due minuti a livello nazionale. Il funerale stesso volge al termine, ma c’è altro in arrivo.

Intorno alle 12:00, la bara della regina viene trasportata a Wellington Arch all’angolo dell’Hyde Park di Londra in una processione guidata da membri della Royal Canadian Mounted Police, dall’esercito, dal servizio di polizia dell’Irlanda del Nord e dai lavoratori dell’amatissima National Health della Gran Bretagna Servizio.

Dopodiché, inizia il viaggio finale, mentre la bara si snoda lentamente sul carro funebre statale fino al Castello di Windsor, la residenza reale a 30 miglia a ovest di Londra, nel cuore verdeggiante del Berkshire.

A causa dell’arrivo a Windsor poco dopo le 15:00, il carro funebre viaggerà quindi attraverso la città prima del servizio televisivo di commissione. Questo inizia alle 16:00 all’interno della St George’s Chapel e sarà condotto dal decano di Windsor, alla presenza di circa 800 ospiti.

La bara avvolta dalla bandiera della regina Elisabetta II è stata portata in processione su un carro armato dell’artiglieria a cavallo reale della truppa del re da Buckingham Palace a Westminster Hall | Chip Somodevilla/Getty Images

Aspettati diversi momenti di cerimonia molto britannica al ricovero. Prima dell’inno finale, la corona, il globo e lo scettro dello stato imperiale verranno rimossi dalla bara della regina e posti sull’altare, per essere successivamente trasportati alla Torre di Londra, dove sono conservati i gioielli della corona.

Prima che la bara della regina venga calata nella cripta reale, la tradizione vuole che il lord ciambellano – a ruolo attualmente ricoperto dall’ex il capo della spia Andrew Parker – dovrebbe “rompere” cerimonialmente la sua bacchetta d’ufficio e metterla sulla bara, segnalando la fine del suo servizio alla regina.

Alle 19:30 avrà luogo una sepoltura privata presso la King George VI Memorial Chapel, l’ultima dimora del padre, della madre e della sorella della regina.

Il marito della regina, il principe Filippo, le cui spoglie sono state conservate nella cripta reale dalla sua morte l’anno scorso, sarà sepolto nella cappella insieme a lei.

Chi sta andando?

Praticamente chiunque sia chiunque nel mondo della regalità e della diplomazia globale, quindi tieni gli occhi aperti per il solito mix inebriante di violazioni del protocollo, momenti caldi del microfono e presidenti seduti sulle sedie sbagliate.

Si prevede che circa 500 leader e dignitari del Regno Unito e di tutto il mondo si uniranno alla famiglia reale per il funerale all’Abbazia di Westminster, e c’è stata una frenetica spinta per gli inviti prima dell’evento, così come un sacco di piagnucolii sugli autobus i funzionari britannici hanno chiesto alla maggior parte dei leader mondiali di prendere per il funerale.

Quelli gamma invitata da il relativamente incontrovertibile: i re e le regine del Belgio, della Norvegia, dei Paesi Bassi e della Spagna; il presidente degli Stati Uniti Joe Biden; La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha alzato un po’ le sopracciglia.

Il principe ereditario dell’Arabia Saudita Mohammed bin Salman è stato invitato, nonostante le urla di protesta di attivisti per i diritti umani e giornalisti ancora indignati per l’uccisione ordinata dallo stato del giornalista dissidente Jamal Khashoggi. Fonti del ministero degli esteri del Regno Unito hanno affermato che domenica non sarebbe stato presente, con Riyadh che dovrebbe essere rappresentata invece dal principe Turki bin Mohammed al Saud.

Anche se il presidente cinese Xi Jinping non sarà presente, c’è rabbia anche da parte dei parlamentari britannici per la presenza di una delegazione cinese, viste le sanzioni che Pechino ha imposto a legislatori schietti nel Regno Unito e c’è una fila onnipotente in corso per la presenza dell’ex re spagnolo in esilio, che il primo ministro socialista del paese Pedro Sánchez ha bollato come un “criminale in fuga” per accuse di frode.

Degno di nota anche per la sua assenza è Vladimir Putin, o addirittura qualsiasi rappresentante della Russia sulla scia dell’invasione dell’Ucraina. “Riteniamo profondamente immorale questo tentativo britannico di utilizzare una tragedia nazionale che ha toccato il cuore di milioni di persone in tutto il mondo per scopi geopolitici per regolare i conti con il nostro Paese durante i giorni di lutto”, ha affermato la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

Oltre ai leader mondiali delle dive, cerca anche almeno una manciata di rappresentanti del pianeta terra. Aspettatevi di vedere militari e donne che hanno ricevuto i premi Victoria Cross e George Cross; un certo numero di membri del personale della regina; e 183 membri del pubblico. Quest’ultimo gruppo è stato scelto per il suo servizio alla comunità e riconosciuto nella lista degli onori di compleanno della regina.

Come posso guardare?

Come si addice a un enorme evento di notizie globali, non sei a corto di opzioni di visualizzazione.

I tradizionalisti vorranno attenersi alla BBC, l’emittente statale che inevitabilmente verrà presa a calci da quasi tutti per essere troppo patriottica o non abbastanza patriottica nella sua copertura, a seconda della tua disposizione.

Il Beeb fornisce una copertura completa del funerale di stato in televisione, alla radio e al suo servizio iPlayer online, con un programma speciale — diretto da Huw Edwards, Kirsty Young, Fergal Keane, David Dimbleby e Sophie Raworth — in onda dalle 8:00 alle 17:00.

I tipi alternativi taglienti possono sempre optare per Sky News, che rotolerà da un empio 5 del mattino fuori dall’Abbazia di Westminster. Gli ospiti della giornata includono Kamali Melbourne, Kay Burley, Anna Botting, Jayne Secker e Mark Austin.

ITV trasmette anche il servizio e la processione in diretta. È stato contattato Mary Nightingale, Chris Ship, Rageh Omaar, Nina Hossain e Charlene White per la copertura della giornata, e sta girando due documentari speciali — “Queen Elizabeth II: A Nation Remembers” e “Queen Elizabeth II: The Final Farewell” — da 19:30 In segno di ritorno alla vita normale, entro la fine della settimana ITV inizierà a mostrare spot pubblicitari tra gli spettacoli per la prima volta dalla morte della regina.

Per coloro che si sintonizzano negli Stati Uniti, Erin Burnett e Anderson Cooper della CNN sono a Londra per un giorno di copertura, così come Gayle King e Norah O’Donnell della CBS; Savannah Guthrie e Hoda Kotb della NBC; e Martha MacCallum di Fox News, che assapora l’infinita saggezza dell’ospite stellare e celebre fan di Meghan Markle Piers Morgan nel corso della giornata.

Come posso non guardare?

Ti senti un po’ nauseato da settimane di copertura reale? Non preoccuparti: Channel Five della Gran Bretagna ti copre.

Mentre il resto della nazione è in lutto, lo è trasmissione a invece un cupo mix di “The Emoji Movie”, “Stuart Little” e “L’era glaciale 3”.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati