Home PoliticaMondo ‘Devi agire immediatamente’: Zelenskyy chiede alle Nazioni Unite di essere severi con la Russia

‘Devi agire immediatamente’: Zelenskyy chiede alle Nazioni Unite di essere severi con la Russia

da Notizie Dal Web

Martedì il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy ha chiesto al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite di punire la Russia per la sua invasione dell’Ucraina e di frenare la sua influenza sul pannello chiave delle Nazioni Unite, oppure di dissolversi completamente e ammettere che non è in grado di fermare la sanguinosa guerra del presidente russo Vladimir Putin.

“Dov’è la sicurezza che il Consiglio di Sicurezza deve garantire? Non è lì”, ha detto Zelenskyy, parlando tramite un traduttore, in un discorso virtuale davanti al consiglio, di cui la Russia è un membro permanente che esercita il veto.

“Dov’è la pace? Dove sono quelle garanzie che le Nazioni Unite devono garantire?” Egli ha detto. “È ovvio che l’istituzione chiave del mondo – che deve garantire la coercizione di qualsiasi aggressore alla pace – semplicemente non può funzionare in modo efficace”.

Le ardenti osservazioni di Zelenskyy sono arrivate in mezzo a una nuova indignazione internazionale per la scoperta delle atrocità a Bucha, un sobborgo fuori dalla capitale Kiev, mentre le forze russe hanno continuato la loro ritirata dall’Ucraina settentrionale durante il fine settimana. Funzionari ucraini hanno descritto le azioni degli invasori come genocidio.

Martedì, Zelenskyy ha invitato il Consiglio di sicurezza a “mostrare a tutti gli altri potenziali criminali di guerra del mondo come verranno puniti”, aggiungendo: “Se il più grande viene punito, allora tutti vengono puniti”.

Zelenskyy ha anche insistito affinché il Consiglio di sicurezza adottasse misure per limitare il potere di veto della Russia sugli affari del consiglio. In Russia, ha detto, “abbiamo a che fare con uno stato che sta trasformando il veto [del] Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite nel diritto a morire. Questo mina l’intera architettura della nostra sicurezza globale”.

Se le Nazioni Unite non sono preparate ad affrontare la minaccia russa, “le Nazioni Unite possono essere semplicemente chiuse”, ha detto Zelenskyy. “Signore e signori, siete pronti a chiudere l’ONU? Pensi che il tempo del diritto internazionale sia finito? Se la tua risposta è no, allora devi agire immediatamente”.

La Carta delle Nazioni Unite – il documento fondativo dell’organizzazione intergovernativa, firmato a San Francisco nel 1945 – “deve essere ripristinata immediatamente”, ha detto Zelenskyy, e il più ampio “U.N. il sistema deve essere riformato immediatamente, in modo che il veto non sia il diritto a morire”.

Zelenskyy ha continuato presentando al Consiglio di sicurezza due scelte per aiutare a facilitare la pace in Ucraina. In primo luogo, revocare l’appartenenza al consiglio della Russia “in modo che non possa bloccare le decisioni sulla propria aggressione, sulla propria guerra”. Secondo, “per favore, mostra come possiamo riformare o cambiare”.

In alternativa, Zelenskyy ha detto, “l’opzione successiva sarebbe dissolverti del tutto” e riconoscere che “non c’è niente che puoi fare oltre alla conversazione”.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati