Home PoliticaMondo Gli attivisti chiedono che il produttore di vaccini contro il vaiolo delle scimmie condivida la ricetta, mentre il mondo si arrampica per i colpi

Gli attivisti chiedono che il produttore di vaccini contro il vaiolo delle scimmie condivida la ricetta, mentre il mondo si arrampica per i colpi

da Notizie Dal Web

Gli attivisti hanno chiesto al produttore dell’unico vaccino approvato per il vaiolo delle scimmie di condividere come produrre il vaccino e di autorizzare altre aziende a completare la fase finale del processo di produzione, poiché i paesi di tutto il mondo devono far fronte a carenze.

In una lettera al CEO di Bavarian Nordic, Global Justice Now, Just Treatment e Stop Aids chiedono all’azienda di autorizzare i produttori in grado di riempire e finire il vaccino attualmente in grandi dosi detenute dal produttore. Chiedono inoltre a Bavarian Nordic di condividere il know-how alla base del vaccino per aumentare la produzione e l’offerta.

“È chiaro che non sarai in grado di produrre quantità sufficienti del vaccino contro il vaiolo delle scimmie, noto come Jynneos o Imvanex, per soddisfare le esigenze del mondo, anche a causa dell’interruzione delle tue linee di produzione a causa del tuo progetto di ristrutturazione”, scrivono nel lettera. Gli attivisti indicano il Regno Unito come un esempio di un paese che sta per esaurire le scorte di vaccino, nonché il fatto che non sono disponibili jab nel continente africano.

“Questo vaccino è stato realizzato con ingenti finanziamenti dal settore pubblico e il Bavarian Nordic trarrà un notevole profitto da questo vaccino nel prossimo anno”, scrivono. “In quanto tale, la nostra chiamata di oggi non dovrebbe rappresentare una minaccia per la tua attività”.

Il bavarese nordico ha rifiutato il commento. Lo ha detto l’azienda danese POLITICO alla fine di luglio i rapporti sulla fornitura limitata di vaccini erano solo “voci”. La società ha affermato all’epoca che i paesi che hanno chiesto le dosi le hanno ricevute, ma ha riconosciuto che la maggior parte dei milioni di dosi sfuse apparteneva agli Stati Uniti.

Washington, attraverso la Biomedical Advanced Research and Development Authority (BARDA), ha investito centinaia di milioni di dollari nello sviluppo e stoccaggio il vaccino Jynneos, originariamente creato per combattere il vaiolo.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati