Home PoliticaMondo Gli ucraini liberati abbracciano le truppe in un’avanzata fulminea vicino a Kharkiv

Mentre le truppe ucraine corrono in avanti in quello che sembra essere un successo inaspettato controffensiva nella regione nord-orientale di Kharkiv, la gente del posto sta uscendo per salutare i loro liberatori con abbracci e promesse di frittelle, secondo i video pubblicati sui social media.

I soldati ucraini hanno perforato la prima linea russa con una manovra fulminea e sembrano stabilire un cappio attorno alle forze russe nella città altamente strategica di Izyum, che è di cruciale importanza logistica per le operazioni di Mosca nella regione del Donbas, nell’Ucraina orientale. Sembrando colta alla sprovvista, la Russia insiste sul fatto che sta inviando rinforzi e sta “evacuando” i civili di fronte all’avanzata ucraina. Mentre si spingono più in profondità nel territorio occupato dalla Russia, i soldati ucraini pubblicano video della loro accoglienza in città e villaggi lungo il percorso della loro svolta. In un filmato registrato nella città di Balakliia, che prima della guerra aveva una popolazione di circa 28.000 abitanti, un gruppo di donne acclama i soldati ucraini in arrivo nella piazza principale della città. Sullo sfondo appare anche un soldato ucraino, che si asciuga i piedi su quella che sembra la bandiera di uno dei gruppi separatisti filo-russi. In un altro video, un gruppo di donne abbraccia diversi soldati ucraini all’ingresso di un condominio a Balakliia, versando lacrime di gioia e ripetendo “Grazie, ragazzi!” Una delle donne offre persino delle frittelle ai suoi liberatori.

Balakliya è stata sotto l’occupazione russa per 6 mesi. Ecco come appare la vera liberazione. Ascolto la gente del posto nel video e penso a quanti crimini di guerra sconosciuti di tutto questo periodo troveremo lì. pic.twitter.com/83dOd4P57W

— Oleksandra Matviichuk (@avalaina) 8 settembre 2022

“È difficile per noi, ma stiamo andando avanti”, Valeriy Zaluzhnyi, comandante in capo delle forze armate, disse in un conciso commento su questi video. La controffensiva ucraina nella regione di Kharkiv è la più grande avanzata di Kiev da quando le truppe russe sono state costrette a ritirarsi da Kiev e dall’Ucraina settentrionale all’inizio di marzo. Da allora, la Russia si è concentrata suo assalto militare nella regione industriale ucraina del Donbas.

La mossa di imporre una stretta mortale intorno a Izyum, una cittadina con una popolazione prebellica di 46.000 abitanti, ha riacceso i ricordi di un grande incontro combattuto quasi esattamente nello stesso territorio durante la seconda guerra mondiale. Fu qui che i tedeschi diedero un duro colpo con l’operazione Federicus contro l’Armata Rossa di Joseph Stalin, che superò e subì circa un quarto di milione di morti e feriti. Commentando la cattura di Balakliia, il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy ha scritto giovedì sera che “tutto è al posto giusto. La bandiera ucraina è in una città ucraina libera sotto un cielo ucraino libero”. Un’immagine che è circolata sui social media venerdì ha mostrato che le truppe ucraine avevano già raggiunto la periferia della città di Kupiansk, un importante nodo ferroviario. In linea d’aria, Kupiansk si trova a soli 40 chilometri dal confine russo. Se l’Ucraina riprenderà il controllo della città, ciò potrebbe potenzialmente portare al crollo del gruppo dell’esercito russo intorno a Kharkiv.

Mykhailo Podoliak, consigliere dell’ufficio di Zelenskyy, disse in un’intervista televisiva andata in onda giovedì sera che Kupiansk è “un sito strategico chiave attraverso il quale l’intero gruppo di truppe russe di Kharkiv riceve rifornimenti e riserve”. “Questo è un nodo di trasporto chiave, che dobbiamo riconquistare, e poi lo faremo guarda dove andare da lì, a nord oa sud”, ha spiegato Podoliak. Nel frattempo, non è chiaro quale resistenza potrebbe affrontare l’Ucraina. Venerdì pomeriggio, il ministero della Difesa russo ha pubblicato un breve video che avrebbe mostrato un “trasferimento di truppe russe nella direzione di Kharkiv”. Tuttavia, dal filmato non era chiaro quante truppe e con che tipo di equipaggiamento la Russia potesse muoversi a difesa della regione.

Vitaly Ganchev, il capo del governo di Kharkiv nominato dalla Russia, disse in un’intervista televisiva in cui le autorità filo-russe avevano iniziato a “evacuare i civili” da Izyum e Kupiansk. Mentre l’avanzata fulminea di Kiev potrebbe portare qualche sollievo ai residenti locali filo-ucraini, coloro che hanno accettato di collaborare con le autorità di occupazione nella regione di Kherson per il sud potrebbe ora subire ripercussioni. Kyrylo Tymoshenko, vice capo dell’ufficio del capo di stato maggiore di Zelenskyy, pubblicato venerdì una foto che mostra un uomo catturato, bendato con le mani legate dietro la schiena, che è stato presentato come l’ex capo del governo di Ivanivka, un villaggio nella regione di Kherson, insediato dalla Russia.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati