Home PoliticaMondo I conservatori del Regno Unito perdono i principali consigli locali a causa dei problemi di Boris Johnson

I conservatori del Regno Unito perdono i principali consigli locali a causa dei problemi di Boris Johnson

da Notizie Dal Web

LONDRA — I conservatori di Boris Johnson hanno perso il controllo dei consigli chiave di Londra e del sud dell’Inghilterra poiché il Partito Laburista ha affermato che le elezioni locali hanno rappresentato un “punto di svolta”.

I sondaggi locali saranno visti come una cartina di tornasole della leadership di Johnson a metà della legislatura mentre è alle prese con la crisi del costo della vita e lo scandalo del partygate.

I laburisti presero il controllo di Wandsworth e Westminster – tradizionali roccaforti conservatrici nella capitale – mentre i liberaldemocratici presero il controllo di Hull nel nord-ovest dell’Inghilterra e ottennero alcuni seggi nel sud-ovest.

Con dozzine di autorità locali ancora da dichiarare, il coordinatore della campagna nazionale laburista Shabana Mahmood ha salutato “un punto di svolta” che ha mostrato che “gli elettori hanno riposto la loro fiducia nel cambiamento rappresentato dal lavoro di Keir Starmer”.

Tuttavia, non è stato tutto roseo per l’opposizione poiché ha perso quote di voti rispetto al 2018 nel Nord e nelle Midlands, dove dovranno ottenere grandi guadagni alle prossime elezioni generali se vogliono conquistare il potere a livello nazionale.

Un funzionario del Partito conservatore ha ammesso che i Tory avevano affrontato un concorso “difficile” a Londra, ma ha insistito sul fatto che è stata “una brutta notte per i laburisti in tutto il resto del paese”.

Gli elettori si sono anche recati alle urne in un’elezione fondamentale dell’Assemblea dell’Irlanda del Nord e nelle elezioni locali scozzesi, ma questi risultati non saranno noti fino a venerdì.

I leader conservatori locali hanno attribuito le loro perdite sia alla crisi del costo della vita che all’amministrazione di Johnson, che ha dovuto affrontare domande persistenti sulla sua integrità a causa del lungo scandalo del partygate.

Ravi Govindia, leader dei Tories a Wandsworth, ha affermato che “inevitabilmente altri eventi hanno offuscato il giudizio delle persone a Wandsworth” e ha ammesso che le persone hanno sollevato “la questione di Boris Johnson” durante la campagna.

Royston Smith, un deputato conservatore a Southampton, dove il partito ha anche perso il controllo del consiglio locale a causa dei laburisti, ha esortato il primo ministro e il cancelliere a fare di più per aiutare le persone ad affrontare la pressione sui bilanci familiari creata dall’aumento dell’inflazione e dalle bollette energetiche.

I conservatori erano più positivi riguardo alle loro fortune nel nord-est e nelle Midlands, con un funzionario del partito che ha sottolineato che il Labour era “andato indietro” in luoghi come Sunderland, Hartlepool, Nuneaton e Sandwell.

Robert Jenrick, un ex ministro del governo, ha affermato che i risultati non suggeriscono che “le persone si stanno accalcando sullo stendardo di Keir Starmer” o che i laburisti siano sulla buona strada per vincere le prossime elezioni generali.

La vice leader dei liberaldemocratici Daisy Cooper ha affermato che il suo partito stava facendo “progressi in tutto il paese”, citando buoni risultati a Colchester nell’Essex, a sud-ovest di Londra e Gosport nell’Hampshire, oltre a prendere il controllo di Hull.

Il Partito dei Verdi si fece strada, guadagnando seggi nel South Tyneside nel nord-est e nel Wirral nel nord-ovest.

La città di Bristol ha votato per eliminare il suo sindaco eletto direttamente, una posizione introdotta dieci anni fa.

L’affluenza alle urne è stata in media in calo del 2,5% rispetto alle elezioni locali dello scorso anno, ma John Curtice, professore di politica alla Strathclyde University, ha affermato che non c’erano prove che ciò avesse danneggiato in modo sproporzionato i Tory.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati