Home Politica I gruppi statunitensi chiedono un’indagine completa dopo che le forze israeliane hanno ucciso la giornalista Shireen Abu Akleh

I gruppi statunitensi chiedono un’indagine completa dopo che le forze israeliane hanno ucciso la giornalista Shireen Abu Akleh

da Notizie Dal Web

Mercoledì i difensori dei diritti umani hanno chiesto un’indagine approfondita e trasparente su Al Jazeera e testimoni disse Le forze israeliane hanno sparato e ucciso uno dei giornalisti della rete mentre era al lavoro.

Shireen Abu Akleh, una nota corrispondente palestinese-americana di 51 anni, indossava un elmetto e una giacca da stampa che la identificavano chiaramente come giornalista quando le forze israeliane le hanno sparato in faccia mentre copriva le forze di difesa israeliane (IDF) raid nel campo profughi di Jenin nella Cisgiordania della Palestina occupata illegalmente. Un altro giornalista palestinese, Ali al-Samoudi, è stato colpito alla schiena ma secondo quanto riferito è in condizioni stabili.

Mentre i funzionari israeliani falsamente affermato Militanti palestinesi hanno sparato ad Abu Akleh, Al Jazeeracondannato la sua uccisione come “sfacciato omicidio”.

Citando l’IDF mortale storia di prendere di mira giornalisti durante guerre, invasioni e altre operazioni militari in Palestina, il gruppo pacifista guidato da donne CodePink richiesto una “sospensione immediata degli aiuti militari statunitensi a Israele e un’indagine approfondita e imparziale sull’omicidio di Shireen”.

Gli Stati Uniti danno a Israele, uno dei i più ricchi del mondo nazioni pro capite, circa $ 3,8 miliardi di aiuti militari annuali incondizionati, nonostante sia classificato uno stato di apartheid da importanti internazionale e israeliano funzionari e organizzazioni.

Firma la petizione chiedendo giustizia per Shireen: https://t.co/PoLrQwyfip

— CODEPINK (@codepink) 11 maggio 2022

Nihad Awad, direttore esecutivo nazionale del Council on American-Islamic Relations, ha dichiarato in una dichiarazione che “nel corso di quest’anno, il governo dell’apartheid israeliano ha lanciato attacchi sempre più violenti contro giornalisti, fedeli, paramedici e manifestanti”.

“Le forze israeliane hanno anche una lunga storia nel prendere di mira i giornalisti, persino nel bombardare la sede di Gaza dell’Associated Press e Al Jazeera l’anno scorso”, ha continuato. “La reazione smorzata della nostra nazione ha incoraggiato questa violenza. Quando è troppo è troppo.”

“Questi crimini di guerra devono finire e il presidente [Joe] Biden è l’unico leader mondiale con l’influenza per porvi fine”, ha aggiunto Awad. “Il presidente Biden dovrebbe chiedere immediatamente la fine completa degli attacchi israeliani al territorio palestinese e indirizzare l’FBI ad avviare un’indagine indipendente sull’omicidio di Shireen Abu Akleh”.

La Casa Bianca mercoledì pomeriggio condannato “fortemente”. L’omicidio di Abu Akleh mentre chiedeva “un’indagine approfondita per determinare le circostanze della sua morte”.

Israele non può continuare a uccidere i palestinesi impunemente. Non può continuare la sua politica violenta di apartheid e pulizia etnica. Unisciti a noi a Londra questo sabato alle 12 dalla BBC per chiedere giustizia per Shireen e tutti i palestinesi uccisi da Israele. La Nakba deve finalmente finire. pic.twitter.com/wnxDnUOJIx

— PSC (@PSCupdates) 11 maggio 2022

Saleh Hijazi, vicedirettore di Amnesty International per il Medio Oriente e il Nord Africa, disse in una dichiarazione secondo cui l’uccisione di Abu Akleh è “un sanguinoso ricordo del sistema mortale in cui Israele rinchiude i palestinesi. Israele sta uccidendo i palestinesi a destra ea manca nell’impunità. Quanti altri devono essere uccisi prima che la comunità internazionale agisca per ritenere Israele responsabile dei continui crimini contro l’umanità?

“Gli stati di tutto il mondo hanno la responsabilità morale e legale di agire immediatamente per porre fine ai continui crimini perpetrati da Israele contro i palestinesi per mantenere la calamità dell’apartheid”, ha aggiunto Hijazi. “Il procuratore della Corte penale internazionale dovrebbe stabilire il corso per giustizia, verità e riparazione per porre fine all’impunità che incoraggia questi crimini in corso”.

«Penserei all’amministratore di Biden. potrebbero fare più delle parole quando un cittadino statunitense viene ucciso a colpi di arma da fuoco all’estero [in] un giubbotto stampa, delineando chiaramente che dovrebbero essere protetti, che sono lì per coprire e offrire la verità al mondo intero su ciò che sta accadendo … in Palestina ” @A7mad Abuznaid

— #SaveMasaferYatta USCPR (@USCPR_) 11 maggio 2022

Il Comitato arabo-americano contro la discriminazione (ADC) ha rilasciato una dichiarazione salutando Abu Akleh come “una voce iconica che ha coperto l’occupazione per oltre 20 anni” il cui “nome risuona in ogni casa palestinese, a livello globale”.

“Ricordiamo Shireen e i molti altri giornalisti palestinesi che hanno messo la loro vita in pericolo per combattere la censura che i media occidentali propagano regolarmente quando raccontano l’occupazione”, ha continuato il gruppo. “Ricordiamo i milioni di palestinesi che vivono sotto l’apartheid israeliano, che soffrono di sgomberi forzati, pulizia etnica e mancanza di diritti umani fondamentali”.

L’ADC ha esortato l’amministrazione Biden a condurre “un’indagine completa, indipendente e internazionale sull’assassinio di Shireen”.

“Sono necessarie la completa trasparenza e la piena responsabilità per questo crimine di guerra contro un cittadino americano”, ha aggiunto il gruppo. “Inoltre, come americani, chiediamo al governo degli Stati Uniti di fermare tutti gli aiuti militari a Israele, che usa le nostre tasse per perpetrare queste atrocità. Ora è il momento di fare pressione sul governo israeliano e difendere i diritti umani dei palestinesi”.

Brett Wilkins è lo scrittore dello staff per Sogni comuni. Con sede a San Francisco, il suo lavoro copre questioni di giustizia sociale, diritti umani, guerra e pace. Questo originariamente è apparso a Sogni comuni ed è ristampato con il permesso dell’autore.

Il post I gruppi statunitensi chiedono un’indagine completa dopo che le forze israeliane hanno ucciso la giornalista Shireen Abu Akleh è apparso per primo Blog di Antiwar.com.

Fonte: antiwar.com

Articoli correlati