Home PoliticaMondo Il New York Times fa causa all’UE per i messaggi Pfizer di von der Leyen

Il New York Times fa causa all’UE per i messaggi Pfizer di von der Leyen

da Notizie Dal Web

Il New York Times sta portando la Commissione europea in tribunale per il mancato rilascio di messaggi di testo tra la sua presidente Ursula von der Leyen e il CEO di Pfizer Albert Bourla da parte dell’istituzione esecutiva. Il giornale affronterà gli avvocati dell’UE nella più alta corte del blocco, sostenendo che il La Commissione deve affrontare l’obbligo legale di rilasciare i messaggi, che potrebbero contenere informazioni sugli accordi del blocco per l’acquisto di miliardi di euro di dosi di COVID-19.

Il caso è stato depositato il 25 gennaio e pubblicato sulla Corte di giustizia europea registro pubblico lunedì, ma online non sono ancora disponibili informazioni dettagliate. Due persone che hanno familiarità con la questione hanno confermato i dettagli del caso a POLITICO.

Il New York Times ha rifiutato di commentare il caso. Una dichiarazione della pubblicazione affermava: “Il Times archivia molte richieste di libertà di informazione e mantiene un registro attivo. Non possiamo commentare in questo momento l’oggetto di questa causa.

La Commissione europea non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

La causa fa seguito a un’indagine del gennaio 2022 del Mediatore europeo Emily O’Reilly, che ha individuato una cattiva amministrazione nei tentativi della Commissione di recuperare originariamente i messaggi di testo, a seguito di una richiesta di accesso pubblico da parte di www.netzpolitik.org giornalista Alessandro Fanta. L’indagine del Mediatore ha rilevato che la Commissione non ha chiesto esplicitamente all’ufficio personale del presidente di cercare messaggi di testo.

In risposta, Věra Jourová, commissaria per i valori e la trasparenza dell’UE, ha affermato che i messaggi di testo potrebbero essere stati cancellati, a causa della loro “natura effimera e di breve durata”.

Il quotidiano tedesco Bild aveva precedentemente intentato una serie di azioni legali contro la Commissione chiedendo la divulgazione di documenti relativi alle trattative per l’acquisto dei vaccini COVID-19 effettuate da Pfizer/BioNTech e AstraZeneca.

Mentre molte delle sue petizioni sono state respinte dai tribunali, Bild – che come POLITICO è di proprietà dell’editore Axel Springer – ha ottenuto alcuni documenti relativi ai colloqui, inclusa la corrispondenza e-mail a partire da giugno 2020. Nessuna informazione sulla decisione della presidente della Commissione Ursula von der Leyen tuttavia, precedenti contatti con il CEO di Pfizer Bourla sono emersi a seguito del contenzioso di Bild.

Segnalazione aggiuntiva di Douglas Busvine e Aoife White.

Fonte: www.ilpolitico.eu

Articoli correlati