Home PoliticaMondo Il partito di Macron propone una nuova alleanza centrista europea

Il partito di Macron propone una nuova alleanza centrista europea

da Notizie Dal Web

DUBLINO — Il partito del presidente francese Emmanuel Macron ha proposto di creare una nuova alleanza centrista paneuropea, hanno detto i funzionari del partito a POLITICO.

L’iniziativa unirebbe l’alleanza rinascimentale di Macron e altri partiti con il partito di lunga data dell’Alleanza dei Liberali e dei Democratici per l’Europa (ALDE), che attualmente tiene un congresso a Dublino.

Se la mossa andasse avanti, aumenterebbe l’influenza di Macron nella politica europea e significherebbe effettivamente la fine di ALDE, fondata più di 40 anni fa, come entità separata.

L’alleanza di Macron e gli eurodeputati di ALDE formano già un gruppo al Parlamento europeo, sotto il nome di Renew Europe, ma la proposta creerebbe un partito ombrello a livello continentale.

La proposta è stata inclusa in una lettera firmata da Stéphane Séjourné, leader del gruppo Renew Europe al Parlamento europeo e stretto alleato di Macron, nonché dal primo ministro bulgaro Kiril Petkov e dal nuovo primo ministro sloveno Robert Golob, hanno affermato i funzionari. La lettera era indirizzata a Timmy Dooley e Ilhan Kyuchyuk, i co-leader di ALDE.

“La nuova alleanza dovrebbe fornire un quadro più ampio di ALDE”, ha affermato un funzionario di Renew Europe. “ALDE è fondamentalmente liberale e vogliamo costruire da quell’eredità, ma possiamo fare qualcosa di più ampio”, ha affermato il funzionario, parlando in condizione di anonimato per discutere la proposta politicamente sensibile.

ALDE ha accolto nelle sue fila il partito Servo del popolo del presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy | John Moore/Getty Images

Alla domanda sulla nuova iniziativa, Séjourné ha rifiutato di commentare i dettagli. Ma ha chiarito che Renaissance era interessato a far parte di una forza più grande con ALDE.

“Dobbiamo assicurarci che ciò che è stato costruito finora e tutti questi movimenti politici siano un valore aggiunto per tutti perché siamo presenti in molti paesi”, ha affermato Séjourné.

“In effetti, alla fine ci sarà un’unica entità”, ha previsto. Ma ha aggiunto: “Non ho intenzione di anticipare quello che è”.

ALDE rappresenta più di 70 partiti liberali in tutta Europa. Ha avuto una spinta a Dublino giovedì quando accolto Il partito Servo del popolo del presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy si unisce ai suoi ranghi.

Ma al Parlamento europeo, il Rinascimento di Macron è più grande di qualsiasi altro partito ALDE ed è la forza preminente nel gruppo Renew Europe.

L’alleanza di Macron lo è ideologicamente vicino ad ALDE e il presidente francese ha partecipato a molti dei tradizionali incontri di ALDE a Bruxelles prima dei vertici del Consiglio europeo. Ma Macron ha evitato di entrare a pieno titolo nella famiglia ALDE, preferendo costruire la propria rete paneuropea e desideroso di evitare l’etichetta “liberale” vista in Francia come simbolo di un ultra-capitalismo senza cuore.

L’obiettivo a lungo termine sia di Macron che di ALDE è stato quello di costruire una forza per rivaleggiare con i due tradizionali big della politica europea, il Partito popolare europeo di centrodestra e il Partito del socialismo europeo di centrosinistra.

Un eurodeputato del nord Europa e membro di ALDE ha affermato che alcuni partiti liberali non gradirebbero la proposta. Ma, ha detto l’eurodeputato, “dobbiamo avere successo nel gruppo, in Parlamento … se è un esercizio per unificare il partito, mi sta bene”.

Altri firmatari della lettera di Séjourné includono partiti centristi europei come Horizons, il partito dell’ex primo ministro francese Edouard Philippe, Polonia 2050, l’italiano Azione e Reper, un nuovo partito guidato dall’ex primo ministro rumeno Dacian Cioloș, l’ex primo ministro rumeno e attualmente un eurodeputato.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati