Home PoliticaMondo Il Regno Unito impone nuove sanzioni all’esportazione alla Russia nel primo anniversario dell’invasione dell’Ucraina

Il Regno Unito impone nuove sanzioni all’esportazione alla Russia nel primo anniversario dell’invasione dell’Ucraina

da Notizie Dal Web

LONDRA – Il Regno Unito ha vietato l’esportazione di ogni oggetto che l’esercito russo è stato trovato ad usare in Ucraina come parte di un nuovo round di sanzioni contro Mosca, ha annunciato venerdì.

Il Foreign Office ha affermato che il divieto di esportazione si applicherà a cose come parti di aeromobili, apparecchiature radio e componenti elettronici che sono stati utilizzati dall’esercito russo in droni e altre armi utilizzate per attaccare l’Ucraina.

Il nuovo pacchetto, programmato per coincidere con l’anniversario dell’invasione dell’Ucraina da parte di Vladimir Putin, include anche sanzioni finanziarie contro alti dirigenti della compagnia nucleare statale russa Rosatom e delle due maggiori società di difesa russe.

Anche altre quattro banche russe, tra cui MTS, sono state colpite dai cordoli.

Oggi il primo ministro britannico Rishi Sunak esorterà i leader del G7 a mantenere il loro sostegno all’Ucraina. E il suo segretario alla difesa venerdì mattina suggerito La Gran Bretagna potrebbe aiutare a “riempire” le scorte del paese dell’Europa orientale se inviasse aerei da combattimento dell’era sovietica nel paese dilaniato dalla guerra.

Annunciando l’ultimo round di sanzioni, il ministro degli Esteri James Cleverly ha affermato che “dobbiamo fare di più per aiutare l’Ucraina a vincere”.

“Oggi stiamo sanzionando le élite che gestiscono le industrie chiave di Putin e ci impegniamo a vietare l’esportazione in Russia di ogni oggetto che la Russia sia stata trovata ad usare sul campo di battaglia”, ha affermato.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha anche annunciato ulteriori sanzioni contro aziende ed entità che hanno aiutato lo sforzo bellico russo, insieme a nuovi aiuti militari all’Ucraina. La Casa Bianca ha affermato che il pacchetto reprimerà più di 200 obiettivi dalla Russia, nonché da paesi in Europa, Asia e Medio Oriente.

Fonte: www.ilpolitico.eu

Articoli correlati