Home PoliticaMondo Il Regno Unito sanziona l’ex moglie e la presunta fidanzata di Putin

Il Regno Unito sanziona l’ex moglie e la presunta fidanzata di Putin

da Notizie Dal Web

LONDRA — La Gran Bretagna ha sanzionato parenti stretti e amici del presidente russo Vladimir Putin che si ritiene abbiano nascosto la sua ricchezza personale per molti anni.

Il elenco di 12 individui sanzionato venerdì include Lyudmila Ocheretnaya, l’ex moglie di Putin ed ex first lady; Alina Kabaeva, una ginnasta olimpica in pensione che è presunto avere uno stretto rapporto personale con il presidente russo; la nonna di Kabaeva, una compagna di lunga data di Putin; e tre dei cugini di Putin, tra gli altri.

Sono stati sanzionati anche uomini d’affari tra cui Alexander Plekhov, un caro amico del presidente russo la cui società Vital Development Corporation, secondo il governo britannico, ha beneficiato di un importante patrocinio statale.

Tutti saranno colpiti da un congelamento dei beni, che impedirà loro di utilizzare fondi o beni detenuti in Gran Bretagna, e da un divieto di viaggio, che impedirà loro di entrare nel Regno Unito o di rimanere in Gran Bretagna.

Sebbene questi non siano nomi familiari, il governo del Regno Unito sostiene che la loro “lealtà immortale” nei confronti di Putin “ne ha beneficiato personalmente” e hanno aiutato il presidente a nascondere parte della sua enorme ricchezza personale non dichiarata, ha detto un funzionario del Regno Unito.

I beni dichiarati di Putin includono solo un piccolo appartamento a San Pietroburgo, due auto dell’era sovietica degli anni ’50, una roulotte e un piccolo garage, ha detto il governo. Ma i resoconti dei media hanno esposto collegamenti a Yacht da 566 milioni di sterline e un Palazzo da 1 miliardo di dollari, ufficialmente di proprietà del socio di Putin Arkady Rotenberg, che è stato sanzionato nel dicembre 2020.

“Stiamo esponendo e prendendo di mira la losca rete che sostiene lo stile di vita lussuoso di Putin e rafforzando il vizio nella sua cerchia ristretta”, ha affermato il ministro degli Esteri britannico Liz Truss.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati