Home PoliticaMondo Il sospetto che ha sparato a Parigi aveva precedenti di violenza razzista, afferma il procuratore

Il sospetto che ha sparato a Parigi aveva precedenti di violenza razzista, afferma il procuratore

da Notizie Dal Web

L’uomo arrestato a seguito di una sparatoria che ha ucciso tre persone e ne ha ferite altre tre nel centro di Parigi venerdì era sotto inchiesta per atti di violenza razzista, ha detto un procuratore di Parigi.

Il sospettato era noto alle forze dell’ordine della capitale francese ed era stato arrestato lo scorso anno dopo aver attaccato le “tende” dove vivevano i migranti nel 12° distretto di Parigi. Era stato recentemente rilasciato, ha detto il procuratore di Parigi Laure Beccuau giornalisti.

Secondo diversi francese punti vendita, il sito che ha attaccato l’anno scorso era un campo di migranti.

Il sospettato è un cittadino francese di 69 anni ed è noto alle autorità per due tentativi di omicidio: nel 2016 e nel dicembre 2021, l’AFP rapporti, citando una fonte.

La sparatoria di venerdì si è svolta in un centro culturale curdo nel 10° distretto di Parigi.

“Per quanto riguarda il movente razzista dei fatti, ovviamente faranno parte delle indagini appena avviate”, ha detto il pm.

Diversi membri del governo francese hanno reagito alla sparatoria. “Pensieri e pieno sostegno alle vittime della micidiale sparatoria a Parigi e ai loro familiari. È stata aperta un’inchiesta”, ha detto il primo ministro Elisabeth Borne twittato.

“Tutti i miei pensieri vanno ai parenti delle vittime”, ha scritto il ministro dell’Interno francese Gérald Darmanin Cinguettio, aggiungendo che avrebbe visitato il luogo della sparatoria.

Fonte: www.ilpolitico.eu

Articoli correlati