Home PoliticaMondo Il tour del Giubileo di Carlo e Camilla prende una svolta cupa in Canada

Il tour del Giubileo di Carlo e Camilla prende una svolta cupa in Canada

da Notizie Dal Web

OTTAWA, ont. — Giovedì il principe di Galles e la duchessa di Cornovaglia concluderanno un tour di tre giorni in Canada tra il calo del sostegno alla monarchia britannica e le richieste di scuse per il ruolo della Corona nel trattamento dei popoli indigeni da parte del Canada.

Il principe Carlo e Camilla visiteranno i Territori del Nordovest, dopo aver trascorso martedì a Terranova e aver visitato la capitale della nazione mercoledì. La loro visita si è concentrata in parte sulla celebrazione dei popoli indigeni, inclusa una cerimonia martedì in memoria delle migliaia di bambini morti nelle scuole residenziali canadesi. Giovedì visiteranno una comunità delle Prime Nazioni fuori Yellowknife, nel nord del Canada.

“Dobbiamo trovare nuovi modi per venire a patti con gli aspetti più oscuri e difficili del passato”, ha detto martedì il principe Carlo. “Riconoscere, riconciliarsi e impegnarsi per fare meglio. È un processo che inizia con l’ascolto”.

Il governatore generale Mary Simon, la prima persona indigena nominata rappresentante della regina in Canada, ha esortato la coppia reale a parlare con gli indigeni e “ascoltare le loro storie, i loro successi e le loro soluzioni” durante il loro tour canadese. “In questo modo, promuoveremo la guarigione, la comprensione e il rispetto”, ha affermato. “E in questo modo promuoveremo anche la riconciliazione”.

Alcuni leader indigeni, tuttavia, chiedono alla famiglia reale di fare un ulteriore passo avanti e di scusarsi per il ruolo della monarchia nel sistema scolastico residenziale canadese, che per decenni ha tentato di spogliare i bambini indigeni della loro cultura e lingua. La regina Elisabetta II è a capo della chiesa anglicana, che gestiva dozzine di scuole residenziali in Canada.

“C’è così tanta guarigione che è necessaria”, presidente del Consiglio nazionale Métis Cassidy Caronha detto a CBC News.

Il mese scorso, papa Francesco si è scusato in Vaticano con i sopravvissuti delle scuole residenziali per il ruolo della Chiesa cattolica nella gestione delle scuole. Il papa visiterà il Canada a luglio, dove dovrebbe basarsi su quelle scuse. Anche l’arcivescovo di Canterbury, il vescovo anziano della Chiesa anglicana, si è scusato quest’anno.

Il primo ministro Justin Trudeau questa settimana ha eluso le domande sul fatto che la famiglia reale debba scusarsi con i popoli indigeni. “Questo viaggio… è un’opportunità per ascoltare direttamente i canadesi, e il cambiamento climatico e la riconciliazione sono parti fondamentali della loro visita”, ha detto ai giornalisti mercoledì.

Nel frattempo, il ministro canadese per le relazioni tra la corona e gli indigeni, Marc Miller, ha detto ai giornalisti mercoledì che ha “due menti sulla questione” e che deve ancora vedere un “ondata di sostegno” per coloro che chiedono scuse.

Il tour reale arriva anche in un momento di calo dell’interesse per la monarchia in Canada.Risultati di sondaggi recentiha scoperto che il 51% degli intervistati ritiene che il Canada non dovrebbe rimanere una monarchia costituzionale e solo il 34% vorrebbe rimanere una monarchia sotto “Re Carlo”. La metà degli intervistati ha affermato che la famiglia reale non è più rilevante per loro.

Alcuni osservatori reali affermano di essere delusi dal tour relativamente breve, pianificato dal governo federale per celebrare il Giubileo di platino della regina, segnando i suoi sette decenni sul trono.

“È davvero imbarazzante”, John Fraser, fondatore dell’Institute for the Study of the Crown in Canada,ha detto a CBC News. “Sarebbe stato bello se il governo federale avesse effettivamente mostrato un certo interesse”.

Tuttavia, il viaggio non è stato segnato dal tipo di proteste che hanno salutato il tour dei Caraibi del principe William e Kate Middleton a marzo. Lì, i manifestanti hanno chiesto scuse e risarcimenti per la tratta degli schiavi e la coppia è stata costretta ad annullare un’uscita programmata in Belize. A novembre, Barbados è diventato il primo membro del Commonwealth dopo decenni a separarsi dalla regina e diventare una repubblica.

Trudeau ha indicato martedì che non ci sono cambiamenti del genere nei lavori per il Canada. “Penso che i canadesi siano molto orgogliosi di avere una delle democrazie più forti e stabili del mondo”, ha detto ai giornalisti. “E francamente, quando sento dai canadesi le cose di cui sono preoccupati … non si tratta di un cambiamento costituzionale”.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati