Home PoliticaMondo La Commissione Europea propone di eliminare gradualmente il petrolio russo entro la fine dell’anno

La Commissione Europea propone di eliminare gradualmente il petrolio russo entro la fine dell’anno

da Notizie Dal Web

La Commissione europea proporrà la graduale eliminazione delle importazioni di petrolio russe come parte di un nuovo pacchetto di sanzioni per Mosca, nel tentativo di spremere il flusso di finanziamento della guerra più vitale di Vladimir Putin.

Il reddito delle esportazioni di energia è stato critico per aver finanziato l’invasione russa dell’Ucraina e i paesi dell’UE hanno valutato come prendere di mira il petrolio, il gas e il petrolio di Putin nucleare settori dopo aver già accettato le sanzioni sul carbone.

Ma Bruxelles non ha intenzione di proporre un divieto immediato e in piena regola alle importazioni di petrolio russo nel blocco quando verranno svelati i dettagli, attesi già questa settimana.

La Commissione europea proporrà invece di eliminare gradualmente le importazioni di petrolio russo entro la fine dell’anno, hanno affermato i diplomatici dell’UE. Il graduale allontanamento dal petrolio russo è progettato per garantire che la potenza economica del blocco, la Germania, rimanga a bordo e per ridurre al minimo le interruzioni dei mercati petroliferi internazionali.

I diplomatici hanno affermato che la Commissione proporrà una qualche forma di eccezioni o misure transitorie per l’Ungheria e la Slovacchia, dato quanto questi due paesi dipendono dal petrolio russo e le difficoltà che incontrano nel trovare forniture alternative. Nelle ultime settimane, l’Ungheria ha è emerso come uno dei maggiori ostacoli per andare oltre con le sanzioni al settore energetico russo.

L’Ungheria ha sottolineato che le sue preoccupazioni erano economiche, non politiche, hanno affermato diversi diplomatici, il che ha aperto la strada a un compromesso politico per affrontare tali preoccupazioni.

Berlino aveva in precedenzaindicatoad altre capitali dell’Ue era pronta a considerare il taglio del petrolio russo, anche se non è ancora in grado di abbandonare le importazioni di gas, ma solo a condizioni specifiche. La scorsa settimana, l’ambasciatore tedesco ha detto ai suoi omologhi che Berlino non solo era d’accordo con le sanzioni petrolifere, ma avrebbe anche sostenuto attivamente un’eliminazione graduale del petrolio.

È probabile che la Commissione proponga il prossimo pacchetto di sanzioni che dovrebbe includere l’eliminazione graduale del petrolio martedì. Le misure saranno quindi discusse dagli ambasciatori dell’UE mercoledì, hanno affermato i diplomatici. Il pacchetto è anche probabile che includa sanzioni per ulteriori individui e per colpire più banche russe, come Sberbank.

Questo articolo fa parte di POLITICA Pro

La soluzione one-stop-shop per i professionisti delle politiche che fondono la profondità del giornalismo POLITICO con la potenza della tecnologia

Scoop e approfondimenti esclusivi

Piattaforma di policy intelligence personalizzata

Una rete di relazioni pubbliche di alto livello

PERCHE’ ANDARE PRO

ACCESSO

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati