Home Sport La decisione storica della FIFA: autorizzato lo svincolo dei calciatori stranieri impegnati in Ucraina e Russia

La decisione storica della FIFA: autorizzato lo svincolo dei calciatori stranieri impegnati in Ucraina e Russia

da CalcioWeb


E’ stata ufficializzata una decisione storica che riguarda il calcio, con riferimento alla guerra tra Russia e Ucraina che ha condizionato anche il mondo del pallone. I calciatori e gli allenatori stranieri impregnati nel campionato russo e ucraino, vedranno i contratti sospesi fino al termine della stagione e potranno decidere se andare a giocare altrove. E’ la decisione della FIFA che ha confermato le ultime indiscrezioni attraverso un comunicato ufficiale.
“Per quanto riguarda la situazione in Ucraina, al fine di fornire a giocatori e allenatori l’opportunità di lavorare e ricevere uno stipendio e di proteggere i club ucraini, a meno che le parti del relativo contratto non concordino esplicitamente diversamente, tutti i contratti di lavoro di giocatori e allenatori stranieri con club affiliati all’Associazione ucraina di calcio (UAF) saranno considerati automaticamente sospesi fino alla fine della stagione in Ucraina (30 giugno 2022), senza la necessità di alcuna azione da parte delle parti in tal senso.
Al fine di facilitare la partenza di giocatori e allenatori stranieri dalla Russia, nel caso in cui i club affiliati alla Football Union of Russia (FUR) non raggiungano un accordo reciproco con i rispettivi giocatori e allenatori stranieri prima o il 10 marzo 2022 e salvo diverso accordo scritto, i giocatori e gli allenatori stranieri avranno il diritto di sospendere unilateralmente i loro contratti di lavoro con i club affiliati alla FUR in questione fino alla fine della stagione in Russia (30 giugno 2022).
La sospensione di un contratto come da paragrafi precedenti significherà che giocatori e allenatori saranno considerati “fuori contratto” fino al 30 giugno 2022 e saranno quindi liberi di firmare un contratto con un altro club senza affrontare conseguenze di alcun tipo. Inoltre, al fine di fornire flessibilità ai giocatori la cui iscrizione è stata con la UAF o la FUR e che hanno lasciato o potrebbero avere intenzione di lasciare il territorio dell’Ucraina o della Russia a seguito della guerra in Ucraina, i giocatori stranieri la cui precedente iscrizione era con l’UAF o la FUR potranno essere registrati anche se il periodo di registrazione è chiuso presso l’associazione del club con cui hanno concludere un nuovo contratto. Affinché questa eccezione sia applicabile e protegga l’integrità delle competizioni, la registrazione con il nuovo club deve avvenire prima o il 7 aprile 2022. Per proteggere ulteriormente l’integrità delle competizioni, i club hanno il diritto di registrare un massimo di due giocatori che hanno beneficiato dell’eccezione. In relazione alla protezione dei minori, i minori in fuga dall’Ucraina verso altri paesi a causa del conflitto armato saranno considerati conformi ai requisiti dell’articolo 19 paragrafo 2 d) dell’RSTP, che esenta i minori rifugiati dalla regola che impedisce il trasferimento internazionale di giocatori prima dei 18 anni. La FIFA desidera ribadire la sua condanna dell’uso continuo della forza da parte della Russia in Ucraina e chiede una rapida cessazione delle ostilità e un ritorno alla pace”. 
L’articolo La decisione storica della FIFA: autorizzato lo svincolo dei calciatori stranieri impegnati in Ucraina e Russia sembra essere il primo su CalcioWeb.
Continua a leggere l’articolo qui -> La decisione storica della FIFA: autorizzato lo svincolo dei calciatori stranieri impegnati in Ucraina e Russia
Autore:

Stefano Vitetta

Articoli correlati