Home PoliticaMondo La digitalizzazione della ricerca e dello sviluppo dei farmaci

La digitalizzazione della ricerca e dello sviluppo dei farmaci

da Notizie Dal Web

L’impatto delle tecnologie innovative nell’assistenza sanitaria è stato significativo negli ultimi anni. In tutta Europa, le soluzioni di salute digitale stanno diventando accessibili e sempre più popolari tra pazienti, fornitori e ricercatori. I dispositivi indossabili e i sensori integrati nei telefoni cellulari o altri dispositivi portatili consentono alla popolazione di monitorare la propria salute o di essere monitorata dai propri medici in tempo quasi reale. C’è una crescente accettazione di queste soluzioni: si stima che la dimensione del mercato dei dispositivi medici indossabili nell’UE aumenterà da circa 2.241 miliardi di euro quest’anno a 5.290 miliardi di euro entro il 2026.

Si stima che le dimensioni del mercato dei dispositivi medici indossabili nell’UE aumenteranno da circa 2,241 miliardi di euro quest’anno a 5,290 miliardi di euro entro il 2026.

Mentre le soluzioni digitali hanno migliorato la cura dei pazienti nell’UE, l’innovazione digitale nella ricerca e sviluppo di farmaci è appena iniziata. I primi tempi suggeriscono che i dati e il digitale trasformeranno in modo significativo le nostre pratiche attuali nella ricerca, scoperta e sviluppo di farmaci e ci permetteranno di scoprire una nuova generazione di farmaci, più velocemente.

In Sanofi, l’intelligenza artificiale (AI) ci ha permesso di produrre lead per nuove molecole che ora stiamo spostando nel nostro portafoglio di farmaci. Nuove soluzioni di dati, guidate dall’esperienza dei nostri scienziati, ci stanno anche consentendo di scoprire molecole multitarget, che hanno il potenziale per migliorare il modo in cui trattiamo malattie complesse.

Allo stesso tempo, i dati del mondo reale e le prove del mondo reale stanno rendendo i nostri studi clinici più efficienti riducendo il numero di pazienti che devono essere arruolati o consentendoci di sfruttare i biomarcatori digitali per convalidare o migliorare i risultati, prima.

Questi progressi stanno aprendo infinite possibilità per scoprire nuovi trattamenti e ottenere risultati migliori per i nostri pazienti. E i pagatori possono ora sviluppare modelli di tariffazione e rimborso che includono valutazioni basate su prove del mondo reale e integrare soluzioni sanitarie digitali. Ciò segnala un importante cambio di paradigma nell’assistenza sanitaria.

Dato il regolamento recentemente adattato sulla valutazione delle tecnologie sanitarie, il quadro dell’UE per la valutazione del valore dei medicinali, è necessario riconoscere e adottare nuovi standard di dati. È importante abbinare le prove accettate dagli organismi di regolamentazione con i nostri sviluppi scientifici e digitali.

Inoltre, poiché le fonti di dati inevitabilmente si evolvono e si espandono, noi come industria dobbiamo periodicamente e in modo collaborativo riesaminare il loro impatto e valore con partner, responsabili politici e autorità di regolamentazione per garantire un’interpretazione e un’accettazione comuni che sfruttino l’attuale quadro dell’UE.

I dati del mondo reale e le prove del mondo reale stanno rendendo i nostri studi clinici più efficienti … aprendo infinite possibilità per scoprire nuovi trattamenti e ottenere risultati migliori per i nostri pazienti.

I governi dovrebbero investire per accelerare l’adozione di nuove soluzioni digitali aumentando al contempo le capacità e le infrastrutture digitali tra gli operatori sanitari. Le autorità sanitarie dovrebbero facilitare la condivisione e l’interoperabilità di set di dati anonimi e standardizzati all’interno dei paesi e oltre i confini e rinunciare alle restrizioni sull’uso di dati standardizzati o IA per migliorare la produttività della R&S e la gestione dell’assistenza sanitaria. Tutto ciò è fondamentale per garantire che continuiamo a promuovere farmaci e trattamenti migliori per i pazienti.

In Sanofi stiamo già facendo la nostra parte. Di recente abbiamo annunciato una profonda partnership con Owkin, che si concentra sull’IA e sull’apprendimento federato per la ricerca medica. Con l’esperienza di Owkin nell’uso dell’IA e dei dati, stiamo unendo gli sforzi per costruire modelli di malattie robusti da vari istituti di ricerca e ospedali. Questa partnership ci aiuterà a ottimizzare la progettazione degli studi clinici e a rilevare i biomarcatori predittivi per le malattie e le opzioni di trattamento in oncologia. E questo è solo l’inizio della nostra ambizione con la scoperta di farmaci guidata dall’intelligenza artificiale.

Ci auguriamo che lo spazio europeo dei dati sanitari contribuirà a creare fiducia con le persone che si aspettano di ottenere un maggiore accesso e controllo sui propri dati sanitari una volta che l’EHDS sarà operativo. In caso di successo, l’EHDS avrà un’opportunità unica di attingere a un ampio pool di dati a livello dell’UE e creare il quadro di fiducia necessario per il suo successo, invece di gestire separatamente le numerose isole di dati nei 27 paesi membri dell’UE. Ciò accelererebbe la nostra comprensione delle malattie, i nostri sforzi di ricerca e sviluppo e lo sviluppo di farmaci più adatti alle esigenze dei pazienti. Tuttavia, è ora che l’EHDS agisca prima che l’ambiente digitale diventi eccessivamente complicato.

Mentre tutti noi lavoriamo duramente in Sanofi per implementare soluzioni di salute digitale e soluzioni di dati che trasformeranno il nostro attuale sviluppo di farmaci, studi clinici e paradigmi di produzione, oggi più che mai siamo guidati dalla consapevolezza che i nostri pazienti saranno quelli che ne trarranno vantaggio.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati