Home PoliticaMondo La Francia caccia le spie russe che lavorano “sotto copertura diplomatica”

La Francia caccia le spie russe che lavorano “sotto copertura diplomatica”

da Notizie Dal Web

Il servizio segreto francese (DGSI) ha scoperto una “operazione clandestina” condotta da sei agenti russi “che operano sotto copertura diplomatica”.

In una dichiarazione di lunedì sera, il ministero degli Esteri francese ha affermato che l’operazione “condotta dai servizi di intelligence russi” sul territorio francese è stata smantellata. L’operazione è stata condotta da “sei agenti russi che operano sotto copertura diplomatica e le cui attività si sono rivelate contrarie ai nostri interessi nazionali”, si legge nella nota. L’operazione russa sotto copertura è stata scoperta domenica, il giorno del primo turno delle elezioni presidenziali francesi.

Gli agenti russi sono stati dichiarati persona non grata e lunedì sera il comandante in seconda presso l’ambasciata russa è stato convocato al ministero.

SU Twitter, il ministro dell’Interno francese Gerald Darmanin ha elogiato una “notevole operazione di controspionaggio” e si è congratulato con la DGSI, che ha affermato “veglia sui nostri interessi fondamentali”. Ha confermato che gli agenti russi coinvolti dovranno lasciare il Paese.

Una settimana fa, 35 diplomatici russi sono stati espulsi dalla Francia, il più grande sfratto di funzionari russi dal cosiddetto Dossier d’addio nel 1983, quando circa 40 agenti sovietici furono cacciati grazie ai documenti consegnati alle autorità francesi da Vladimir Vetrov, un disertore del KGB nome in codice “Addio”.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati