Home PoliticaMondo La Germania promette di aumentare gli aiuti militari all’Ucraina

La Germania promette di aumentare gli aiuti militari all’Ucraina

da Notizie Dal Web

La Germania aumenterà un fondo di sostegno militare per i paesi stranieri a 2 miliardi di euro, di cui una quota importante andrà all’Ucraina per aiutarla ad acquistare armi, ha annunciato venerdì il ministro delle Finanze Christian Lindner.

Lindner ha scritto su Twitter che la Germania aumenterà il suo Ertüchtigungshilfe — uno strumento di sostegno finanziario per rafforzare le forze militari e di sicurezza nei paesi partner — a 2 miliardi di euro, aggiungendo che “i fondi andranno in gran parte a beneficio dell’Ucraina”.

Il fondo era 225 milioni di euro l’anno scorso. L’aumento degli aiuti militari stranieri farà parte del bilancio supplementare della Germania per quest’anno, ha detto Lindner, aggiungendo che il cancelliere Olaf Scholz “lo aveva richiesto”.

Il tweet di Lindner è seguito in precedenza rapporti da Reuters e dai media tedeschi che più di 1 miliardo di euro di aiuti andrebbe a Kiev. L’Ucraina si aspetta una grande offensiva militare russa nell’est del paese e ha esortato gli alleati occidentali, inclusa la Germania, a dotarla di armi pesanti come carri armati, artiglieria, elicotteri e caccia.

La Germania ha inviato a Kiev forniture militari tra cui granate, razzi antiaerei, mitragliatrici e munizioni, ma non armi pesanti.

L’Unione Europea deciso la scorsa settimana per aumentare in modo massiccio il sostegno finanziario per l’esercito ucraino a 1,5 miliardi di euro. Parte di tale sostegno, che dovrebbe anche consentire a Kiev di acquistare armi, è finanziata dalla Germania. Non è chiaro quanto del denaro fresco annunciato da Lindner sia effettivamente nuovo e quanto la Germania avrebbe comunque fornito in base agli impegni dell’UE di Berlino.

L’annuncio di Lindner segue le crescenti critiche al governo tedesco, e in particolare a Scholz, per l’esitazione a fornire all’Ucraina carri armati e altre armi pesanti.

Eminenti legislatori della coalizione di governo tedesca, composta da socialdemocratici, verdi e il Partito Liberale Democratico (FDP) liberale di Lindner, hanno esortato Scholz a consentire tali consegne.

Ma la questione è politicamente delicata. Il vicecancelliere Robert Habeck ha detto a POLITICO giovedì che c’erano preoccupazioni tra gli alleati della NATO sul fatto che le consegne di carri armati moderni potessero significare che i paesi occidentali “diventano essi stessi obiettivi [russi]”. La Repubblica Ceca sta già spedendo i vecchi carri armati dell’era sovietica in Ucraina.

Il sostegno finanziario appena annunciato potrebbe consentire a Kiev di acquistare direttamente carri armati da società di difesa tedesche come Rheinmetall, anche se non è ancora chiaro se Scholz e Habeck approverebbero tali vendite.

Il ministro della Giustizia tedesco Marco Buschmann, che è del FDP, detto il quotidiano Welt am Sonntag che consegnare armi pesanti tedesche all’Ucraina era fattibile da un punto di vista legale senza entrare in guerra.

L’Ucraina sta conducendo una guerra difensiva consentita contro la Russia, ha detto Buschmann, “quindi se esercita il suo legittimo diritto all’autodifesa, sostenerla fornendo armi non può portare a diventare parte della guerra”.

Ha aggiunto che questa non era solo la sua opinione personale, ma quella del governo tedesco.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati