Home PoliticaMondo La Polonia punta sull’eolico offshore

La Polonia punta sull’eolico offshore

da Notizie Dal Web

Lo sviluppo dei parchi eolici offshore in Polonia non è mai avvenuto prima su così vasta scala. Il gruppo PGE è il più grande investitore in parchi eolici offshore nella parte polacca del Mar Baltico in termini di capacità delle turbine eoliche. Nell’ambito del suo programma offshore, il gruppo PGE sta attualmente realizzando tre progetti di parchi eolici offshore.

Due di questi sono gli impianti eolici offshore Baltica 2 e Baltica 3, che compongono il parco eolico offshore Baltica con una capacità totale di 2,5 GW. PGE sta implementando questo progetto insieme al partner danese Ørsted. Entrambe le fasi del parco eolico offshore Baltica prevedono decisioni relative all’ubicazione, decisioni ambientali e accordi di connessione alla rete con l’operatore e hanno ottenuto il diritto a un contratto per differenza (CfD).

Nell’ambito del suo programma offshore, il gruppo PGE sta attualmente realizzando tre progetti di parchi eolici offshore.

Lo scorso aprile PGE e Ørsted hanno compiuto un passo importante nel progetto Baltica 2. Hanno firmato il primo dei contratti per la fornitura di turbine eoliche. Successivamente, nel mese di giugno, hanno firmato anche un contratto per la fornitura di sottostazioni offshore. Si prevede che Baltica 2 inizierà a produrre energia verde nel 2027, mentre l’intero parco eolico offshore Baltica sarà completato entro questo decennio.

Indipendentemente dal parco eolico offshore Baltica, il gruppo PGE sta sviluppando un terzo progetto, Baltica 1. La messa in servizio è prevista dopo il 2030 e la sua capacità sarà di circa 0,9 GW. Il progetto ha già un permesso di localizzazione e un accordo di connessione. Nel maggio 2022 sono iniziati gli studi sulla misurazione del vento per questo progetto, seguiti da studi ambientali nell’autunno 2022. L’energia prodotta da tutti e tre gli impianti fornirà quasi 5,5 milioni di famiglie in Polonia. Ciò significa che più di un terzo di tutte le famiglie polacche riceveranno energia dall’energia eolica.

Si prevede che Baltica 2 inizierà a produrre energia verde nel 2027, mentre l’intero parco eolico offshore Baltica sarà completato entro questo decennio.

Allo stesso tempo, il Gruppo PGE ha ricevuto le decisioni definitive sulle nuove autorizzazioni per la costruzione di isole artificiali per cinque nuove aree da sviluppare nel Mar Baltico, che consentiranno la costruzione di ulteriori impianti eolici offshore in futuro. Il potenziale di capacità totale delle nuove aree fornisce a PGE più di 3,9 GW. Considerando i progetti attualmente in fase di sviluppo (Baltica 2, Baltica 3 e Baltica 1) con una capacità totale di circa 3,4 GW, il portafoglio eolico offshore di PGE Capital Group potrebbe aumentare fino a oltre 7,3 GW entro il 2040.

Eolico offshore: un nuovo capitolo per l’economia polacca

Una visione a lungo termine per lo sviluppo del settore eolico offshore polacco, basata sul potenziale attentamente valutato di questa tecnologia, sosterrà lo sviluppo del settore energetico in Polonia. I vantaggi dello sviluppo dell’energia eolica offshore in Polonia dovrebbero essere considerati sotto diversi aspetti: innanzitutto, grazie alla loro capacità totale, i parchi eolici offshore diventeranno una nuova fonte molto importante di energia pulita e verde per la Polonia in pochi anni.

“L’energia eolica offshore darà un contributo significativo al mix energetico della Polonia. I tre progetti attualmente in costruzione da parte del Gruppo PGE, con una capacità totale di quasi 3,5 GW, genereranno elettricità per quasi 5,5 milioni di famiglie. Tutti gli investimenti previsti per il Mar Baltico sono cruciali per rafforzare la sicurezza energetica della Polonia. Per quanto riguarda l’economia polacca, in particolare quella dell’intera regione della Pomerania, la costruzione di parchi eolici offshore fornirà un forte stimolo allo sviluppo. Non si tratta solo di aziende strettamente legate all’energia eolica, come le aziende che forniscono componenti per impianti eolici offshore. Saranno creati posti di lavoro anche da parte delle imprese disposte a partecipare allo sviluppo di questo nuovo settore e a sfruttare le opportunità che offre”, ha affermato Wojciech Dąbrowski, presidente del consiglio di amministrazione di PGE Polska Grupa Energetyczna S.A.

Tutti gli investimenti previsti per il Mar Baltico sono cruciali per rafforzare la sicurezza energetica della Polonia.

La costruzione di parchi eolici offshore garantirà la sicurezza energetica della Polonia

Lo sviluppo dell’eolico offshore è fondamentale anche per la sicurezza energetica e l’indipendenza della Polonia. Grazie alla produzione di energia da fonti rinnovabili, non è più necessario importare combustibili fossili dall’estero o fare affidamento sulle risorse nazionali di carbone in diminuzione.

Ciò significa che la Polonia non dipenderà da fornitori esterni di carburante o da vari sviluppi internazionali. La capacità di generare elettricità in modo indipendente contribuisce a rafforzare la sovranità energetica del Paese.

Benefici energetici, ambientali e sociali

La Polonia ha l’ambizione e le capacità di diventare uno dei leader nello sviluppo dell’energia eolica offshore nel Mar Baltico e persino in Europa. Disponiamo di abbondanti risorse per lo sviluppo di parchi eolici offshore grazie alla nostra posizione geografica favorevole e alle condizioni naturali: venti forti e stabili e la considerevole area relativamente poco profonda del Mar Baltico, situata nella zona economica esclusiva. Il Mar Baltico vanta alcune delle migliori condizioni di vento non solo in Europa ma anche nel mondo, paragonabili a quelle del Mare del Nord.

L’energia eolica offshore è un elemento chiave dello sviluppo sostenibile. Per la Polonia l’energia eolica verde significa risparmio, sicurezza e indipendenza energetica allo stesso tempo. L’elettricità da fonti rinnovabili è meno costosa di quella generata da combustibili fossili. Scegliendo l’energia verde, i consumatori possono risparmiare sulla bolletta elettrica e allo stesso tempo sostenere lo sviluppo di un settore energetico verde. Essendo una fonte di energia a emissioni zero, contribuisce a raggiungere gli obiettivi della politica climatica e a ridurre al minimo l’impatto ambientale negativo. Si tratta di un enorme passo avanti verso la riduzione delle emissioni di gas serra. La realizzazione di un’infrastruttura per la realizzazione di fonti energetiche alternative con parchi eolici garantirà la diversificazione delle fonti energetiche.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati