Home PoliticaMondo La stagflazione incombe per l’economia del Regno Unito poiché la BoE segnala che potrebbe ammorbidire la politica in vista

La stagflazione incombe per l’economia del Regno Unito poiché la BoE segnala che potrebbe ammorbidire la politica in vista

da Notizie Dal Web

La sterlina ha avuto il suo giorno peggiore in due anni giovedì dopo che la Banca d’Inghilterra ha ammesso ciò che ogni banca centrale odia ammettere: alcuni problemi sono semplicemente troppo grandi per essere risolti.

La Banca avvertito cupamente che non è “in grado di prevenire” un calo dei margini di profitto e dei redditi delle famiglie a causa del forte aumento dei prezzi dell’energia. Ma ha ammesso che doveva aumentare il dolore con tassi più elevati per fermare la formazione di una spirale distruttiva tra salari e prezzi.

Il rapporto della Banca ha illustrato ciò che gli analisti del settore privato e il governatore Andrew Bailey ammettono da tempo: il Regno Unito combina le parti peggiori delle prospettive per le economie degli Stati Uniti e dell’eurozona, con il potere di spesa dei consumatori ostacolato dall’inflazione dilagante e dal mercato del lavoro in sofferenza forte carenza di capitale umano.

La Banca ha alzato il suo tasso di interesse di riferimento per la quarta riunione consecutiva, dello 0,25 percento, portandolo a un massimo dell’1 percento in 13 anni. Ma il previsto rallentamento dell’economia – già visibile nel crollo della fiducia dei consumatori e nel calo delle vendite al dettaglio – significa che la fine dell’inasprimento della politica monetaria potrebbe essere già in vista, hanno affermato gli analisti.

“Il tono cauto della riunione e una serie di nuove previsioni accomodanti suggeriscono che il ciclo di inasprimento della Banca sarà molto meno aggressivo”, ha affermato l’analista di ING James Smith in una nota ai clienti. “Ci aspettiamo un altro aumento dei tassi a giugno e probabilmente un altro ad agosto, prima che il comitato prema il pulsante di pausa”.

Nel suo aggiornamento regolare, la Banca ha tagliato le sue previsioni di crescita per i prossimi due anni e ha affermato che l’economia si contrarrà in estate prima di rimbalzare debolmente in seguito. La disoccupazione, nel frattempo, è destinata a salire al 5,5% entro tre anni, dall’attuale 3,8%.

Allo stesso tempo, la BoE vede ora l’inflazione raggiungere un picco di oltre il 10% nel quarto trimestre di quest’anno, poiché gli aumenti dei prezzi energetici mondiali costringono l’autorità di regolamentazione Ofgem ad alzare nuovamente il tetto sulle bollette delle famiglie. Il vice governatore Ben Broadbent ha detto ai giornalisti durante la conferenza stampa della Banca che questo shock “esterno” ha rappresentato l’80% del superamento dell’inflazione.

Gli alti prezzi dell’energia, ha osservato la Banca, “peseranno necessariamente ulteriormente sui redditi reali della maggior parte delle famiglie britanniche e sui margini di profitto di molte società britanniche”.

La prospettiva peggiore di entrambi i mondi si è riflessa in profonde divisioni all’interno del Consiglio di politica monetaria, composto da nove membri. Alcuni hanno sollecitato un’azione più severa sull’inflazione ora, mentre altri hanno ritenuto inappropriato avvertire che potrebbero essere ancora necessari ulteriori aumenti dei tassi di interesse. Tre dei nove hanno votato per un aumento di mezzo punto del tasso bancario, parallelamente alla decisione della Federal Reserve statunitense di mercoledì.

Tali divisioni potrebbero presentare per la Banca gravi difficoltà a comunicare la propria politica nei prossimi mesi. Ma sembrava ragionevolmente preparato per le critiche che si sta aggiungendo alla crescente crisi del costo della vita aumentando i costi dei prestiti.

“Siamo preoccupati per gli effetti di secondo impatto”, ha detto Bailey, avvertendo che “sono quelli con il minor potere contrattuale a soffrire di più” se salari e prezzi inizieranno a rincorrersi a vicenda.

La crescita degli utili medi, inclusi i bonus, è accelerata al 5,4 per cento a marzo, al di sopra di quanto la Banca considera compatibile con il suo obiettivo di inflazione del 2 per cento.

Crollo del mercato

I mercati finanziari hanno preso male la notizia. La sterlina, che è stata sotto pressione da quando il Fondo Monetario Internazionale ha declassato le sue previsioni per l’economia del Regno Unito il mese scorso, è scesa di quasi 3 centesimi contro un dollaro in ripresa al di sotto di $ 1,2350 poiché i commercianti di valuta estera hanno prezzato un aumento del differenziale dei tassi di interesse con gli Stati Uniti.

In contrasto con la BoE, mercoledì il presidente della Fed Jerome Powell aveva segnalato che era probabile una serie di aumenti di mezzo punto dei tassi statunitensi, aumentando notevolmente l’attrattiva relativa di detenere dollari. Anche nei confronti dell’euro la sterlina perde quasi 1,5 cent.

Nei mercati obbligazionari, i rendimenti dei titoli di stato britannici sono scesi drasticamente, prima di essere trascinati al rialzo dai titoli statunitensi nel corso della sessione.

Le prospettive di crescita più pessimistiche significano che la Banca è quasi certa di non iniziare a vendere la pila di debito pubblico che ha acquisito durante la pandemia per almeno altri quattro mesi. Il personale presenterà una bozza di proposte per la vendita attiva di obbligazioni alla riunione dell’MPC di agosto. È improbabile che le vendite effettive inizino prima di settembre.

In un avviso di mercato separato, la Banca ha dichiarato che inizierà contemporaneamente a vendere il suo portafoglio di obbligazioni societarie da 20 miliardi di sterline, con l’obiettivo di completare il processo entro l’inizio del 2024 al più tardi.

Questo articolo fa parte di POLITICA Pro

La soluzione one-stop-shop per i professionisti delle politiche che fondono la profondità del giornalismo POLITICO con la potenza della tecnologia

Scoop e approfondimenti esclusivi

Piattaforma di policy intelligence personalizzata

Una rete di relazioni pubbliche di alto livello

PERCHE’ ANDARE PRO

ACCESSO

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati