Home PoliticaMondo La tedesca Annalena Baerbock in visita in Ucraina

La tedesca Annalena Baerbock in visita in Ucraina

da Notizie Dal Web

BERLINO — Il ministro degli Esteri tedesco Annalena Baerbock si recherà presto in Ucraina, ha detto giovedì il cancelliere Olaf Scholz.

L’annuncio è arrivato il giorno in cui il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy esteso un invito a Scholz, il presidente Frank-Walter Steinmeier e l’intero governo tedesco in visita a Kiev dopo settimane di tensioni diplomatiche con Berlino.

Prima e dopo una telefonata in cui Steinmeier e Zelenskyy hanno cercato di risolvere i loro problemi, incentrata I dubbi di Kiev sulla posizione precedentemente morbida di Steinmeier nei confronti del presidente russo Vladimir Putin — Steinmeier e Scholz hanno avuto “conversazioni esaurienti”, ha detto quest’ultimo ai giornalisti a Berlino.

“Come risultato della conversazione abbiamo concordato che il ministro degli Esteri sarà in Ucraina nel prossimo futuro”, ha detto Scholz, aggiungendo che è stata “una buona cosa” che Steinmeier e Zelenskyy abbiano avuto una conversazione “molto diligente”.

Gli sviluppi di giovedì sono stati un sollievo per i circoli del governo di Berlino che erano scontenti dell’atmosfera imbarazzante tra Zelenskyy e Steinmeier, nonché della reazione di Scholz al loro battibecco, che era quello di resistere al suo viaggio in Ucraina in quello che alcuni percepivano come broncio ingiustificato.

Ma giovedì Scholz ha elogiato l’Ucraina per la lotta che sta combattendo contro Putin.

“La Russia non è riuscita a raggiungere tutti gli obiettivi perseguiti con questa guerra – sono sicuro che la Russia intendesse conquistare tutta l’Ucraina in brevissimo tempo”, ha detto Scholz.

“Il fatto è che l’incredibile impegno militare che la Russia sta dimostrando [nell’Ucraina orientale] non fa sperare che tutto finisca presto”, ha detto, denunciando “l’incredibile distruzione” nel Paese.

Scholz ha anche confermato un piano sollevato in precedenza dal primo ministro ceco Petr Fiala, secondo il quale la Repubblica Ceca consegnerà armi pesanti dell’era sovietica all’Ucraina con la Germania che le sostituirà in un cosiddetto scambio di carri armati.

Hans von der Burchard ha contribuito al reporting.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati