Home PoliticaMondo Le aspiranti Tory del Regno Unito si preparano a uno scontro televisivo in prima serata

Le aspiranti Tory del Regno Unito si preparano a uno scontro televisivo in prima serata

da Notizie Dal Web

LONDRA — I guanti sono fuori uso nella lotta per sostituire Boris Johnson come primo ministro britannico — e i due contendenti si stanno dirigendo verso una resa dei conti in prima serata.

Nell’angolo blu c’è Rishi Sunak, l’ex ministro delle finanze che è diventato un nome familiare durante la lotta contro il COVID-19 e che sta seguendo il suo rivale nei sondaggi cruciali dei membri del Partito conservatore.

Nell’altro angolo blu? La capofila Liz Truss, il ministro degli Esteri che ha promesso tagli alle tasse graditi alla folla e sta apertamente parlando di spazzatura dei risultati economici di Sunak.

Lunedì sera, la coppia si scontra sul principale canale televisivo BBC One per un dibattito dal vivo.

E le 21:00 lo scontro offre a Sunak una reale possibilità di capovolgere la gara o offre ai media di Westminster una nuova opportunità per osservare l’ombelico, a seconda di quale campo sta facendo la fila.

!function(e,t,i,n,r,d){function o(e,i,n,r){t[s].list.push({id:e,title:r,container:i, type:n})}var a=”script”,s=”InfogramEmbeds”,c=e.getElementsByTagName(a),l=c[0];if(/^/{2}/.test(i) &&0===t.location.protocol.indexOf(“file”)&&(i=”http:”+i),!t[s]){t[s]={script:i,list:[]} ;var m=e.createElement(a);m.async=1,m.src=i,l.parentNode.insertBefore(m,l)}t[s].add=o;var p=c[c. length-1],f=e.createElement(“div”);p.parentNode.insertBefore(f,p),t[s].add(n,f,r,d)}(document,window,”/ /e.infogr.am/js/dist/embed-loader-min.js”,”71651cfb-635e-4f58-8a9c-02cb84a5d9b4″,”interactive”,””);

I sostenitori di Sunak stanno ovviamente parlando delle prospettive del loro uomo che si stanno avvicinando all’incontro e credono che il perdente abbia le carte in regola per sconvolgere la gara.

“Penso che abbia sempre fatto bene nei dibattiti, e in realtà sono stati piuttosto potenti”, ha detto un parlamentare Tory che sostiene Sunak.

Sostenevano che l’ex cancelliere era stato “testa e spalle al di sopra di tutti” nel precedente round di dibattiti televisivi che contrapponevano Sunak e Truss a un campo molto più affollato di aspiranti Tory. Hanno visto le sue esibizioni come un “vero momento di svolta” nell’ottenere il sostegno cruciale dei parlamentari necessari per passare al secondo round.

Ora la coppia di aspiranti si rivolge non ai colleghi parlamentari, ma al pool molto più ampio di membri conservatori, che sceglieranno tra Truss o Sunak entro settembre mentre il resto del paese si accontenta di un posto in prima fila.

I sostenitori di Sunak sperano che il pubblico presti molta attenzione.

“Molte persone nella mia associazione stanno dicendo che vogliono andare a spacciare, vogliono ascoltare i dibattiti”, ha detto il parlamentare che sostiene Sunak. “Sono un elettorato piuttosto acceso”.

Richard Holden, un parlamentare Tory che sostiene anche Sunak, ha detto domenica che mentre alcune menti Tory sono state decise, “molte persone sono ancora in bilico”, dicendo a GB News “questi dibattiti TV nei prossimi giorni saranno davvero fondamentale”.

Campagne di Rishi Sunak a Grantham, in Inghilterra, il 23 luglio 2022 | Christopher Furlong/Getty Images

Essere lo sfidante dà già un vantaggio a Sunak, ha affermato un ex consigliere politico coinvolto in precedenti dibattiti televisivi, indicando gli scontri del 2010 di David Cameron con la faccia fresca e l’allora futuro primo ministro laburista Gordon Brown.

“I dibattiti televisivi in ​​particolare sono utili solo per gli insorti”, ha affermato l’ex consigliere. “Non vanno mai bene per gli operatori storici”.

Storia della bolla?

Da parte loro, il Team Truss sta già cercando di sdrammatizzare il significato dello scontro di lunedì sera, che sarà seguito da un dibattito su Talk TV martedì e la prossima settimana da un testa a testa su Sky News.

Un collaboratore di Truss ha liquidato i dibattiti come “probabilmente la più grande ossessione per le bolle della lobby che abbia mai incontrato”, riferendosi al termine collettivo per i giornalisti politici di Westminster.

“Più di ogni altra cosa, sono solo un’opportunità per enormi organizzazioni mediatiche di sedersi e parlare di se stesse”, hanno aggiunto. “Nessuno normale guarderà queste cose e quelli che lo fanno si annoieranno abbastanza rapidamente”.

Anche così, il team si è preparato diligentemente durante il fine settimana, con un consigliere che interpretava la parte di Sunak in un finto dibattito domenicale, prima che la cosa reale prendesse il via davanti al pubblico in studio a Stoke-on-Trent.

La sfida principale per Truss è evitare di mettersi fuori combattimento.

Sunak ha intervistato prima del ministro degli Esteri in un precedente scontro televisivo e questo fine settimana ha riconosciuto che potrebbe avere carenze sul fronte della comunicazione. “Non sono il presentatore più intelligente. Lo ammetto completamente”, ha detto al Daily Telegrafo, pur insistendo che ha un appello “ciò che vedi è ciò che ottieni”.

Al suo rivale è già stato consigliato di andare alla grande o anche di tornare a casa. “Sunak ha bisogno di un grande momento rivoluzionario”, ha affermato Giles Kenningham, ex aiutante di Cameron che è stato coinvolto in precedenti dibattiti politici e che ora gestisce la società di consulenza Trafalgar Strategy. “Deve andare in bancarotta, soprattutto perché la finestra entro la quale deve far cambiare idea a questo elettorato è piuttosto breve”.

Christina Robinson, che ha aiutato Jeremy Hunt a prepararsi per simili dibattiti di alto profilo nella battaglia del 2019 con Johnson per la leadership dei Tory, crede che almeno alcune delle persone che contano in queste elezioni probabilmente rimarranno incollate ai loro set lunedì sera.

Circa 4,5 milioni di persone si sono sintonizzate sullo scontro di leadership di ITV tra Johnson e Hunt l’ultima volta, ha sottolineato, aggiungendo: “Devi presumere che la maggior parte dei membri guarderà quando il pubblico è così alto, in particolare con il numero di indecisi questa volta”.

Social scattanti

Eppure i sostenitori di Truss non sono gli unici a Westminster a essere scettici sul valore dei dibattiti televisivi sul set. L’ex aiutante politico sopra citato ha avvertito che gli scontri televisivi potrebbero facilmente risucchiare la vita da entrambe le campagne. “Non ho mai incontrato nessuno che abbia partecipato a dibattiti televisivi o visto un dibattito televisivo con la sensazione di aver recepito meglio il proprio messaggio o che alla fine fosse più informato”, hanno detto.

Liz Truss campagne a Marden, in Inghilterra, il 23 luglio 2022 | Hollie Adams/Getty Images

Anche Kenningham accetta che non c’è stato un grande momento nei dibattiti televisivi di Westminster per molto tempo. Anche un’impennata del 2010 per il relativamente sconosciuto Nick Clegg, un candidato di terze parti che è diventato vice primo ministro, è stata “meno un momento e più un sentimento”, ha detto.

Questa volta, però, non è solo l’esibizione notturna a cui prestare attenzione.

I team della campagna punteranno a clip scattanti sui social media che potrebbero essere condivise nei gruppi WhatsApp e Facebook dei membri del party mentre fanno la loro scelta, il che significa che eventuali inciampi o colpi ad eliminazione diretta potrebbero avere una vita molto più lunga.

“Sarà uno dei momenti più pressanti della loro carriera, specialmente in questa fase del concorso quando tutti sanno che queste sono le due settimane in cui le persone prendono una decisione”, ha detto Robinson, l’ex aiutante di Hunt.

“Davvero la posta in gioco non potrebbe essere più alta per nessuna delle due squadre. Potrebbe fornire un momento rivoluzionario nel dibattito. Potrebbe facilmente spostare i sondaggi dei membri di YouGov.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati