Home PoliticaMondo Lo Xinjiang cinese vede proteste contro il blocco COVID

Lo Xinjiang cinese vede proteste contro il blocco COVID

da Notizie Dal Web

La folla sta protestando nella regione cinese dello Xinjiang contro le misure di blocco del COVID-19.

Video dalla capitale dello Xinjiang Urumqi pubblicati online e verificati da Reuters e Nikkeimostrare folle che protestano in una piazza e chiedono al governo cinese di fermare il blocco.

La regione dello Xinjiang è stata sottoposta a un rigido blocco per più di tre mesi. I disordini contro il blocco sono diventati ancora più forti dopo l’incendio di un appartamento a Urumqi ucciso 10 persone giovedì.

Le autorità di Pechino hanno perseguito una politica zero-COVID che include rigide misure di blocco per prevenire la trasmissione del coronavirus.

Sabato le autorità locali hanno annunciato che alleggeriranno parzialmente e progressivamente le misure di lockdown nelle aree “a basso rischio”, secondo un rapporto della CNN che cita una conferenza stampa locale.

Le autorità cinesi sono state ripetutamente accusate dai governi occidentali e dalle organizzazioni per i diritti umani di violare i diritti umani nella regione dello Xinjiang, dove vive la maggioranza della minoranza musulmana uigura.

Durante una visita in Cina all’inizio di novembre, il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha riconosciuto che i metodi di Pechino per combattere la pandemia di coronavirus “differiscono notevolmente” da quelli della Germania, ma che i due paesi sono allineati nella loro lotta contro l’agente patogeno. Scholz ha annunciato mentre si trovava a Pechino che il vaccino BioNTech/Pfizer COVID-19 sarebbe stato offerto agli espatriati in Cina.

Fonte: www.ilpolitico.eu

Articoli correlati