Home PoliticaMondo L’Ucraina deve “decidere il proprio futuro”, ha detto il polacco Duda ai parlamentari a Kiev

L’Ucraina deve “decidere il proprio futuro”, ha detto il polacco Duda ai parlamentari a Kiev

da Notizie Dal Web

Il presidente della Polonia ha detto ai legislatori ucraini che “solo l’Ucraina ha il diritto di decidere sul proprio futuro”, in un discorso che è stato il primo discorso di persona di un capo di stato straniero al parlamento ucraino dall’invasione russa.

“Niente su di te senza di te”, Andrzej Duda ha detto domenica all’assemblea a Kiev, mentre sbatteva le “voci preoccupanti” che hanno chiesto all’Ucraina di fare concessioni per porre fine alla guerra.

Duda ha ricevuto una standing ovation e foto pubblicato su Twitter lo ha mostrato mentre abbracciava il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy. La Polonia ha accolto circa 3,5 milioni di rifugiati ucraini e sostiene la candidatura dell’Ucraina all’adesione all’UE.

I commenti di Duda sono arrivati ​​quando l’Ucraina ha affermato che avrebbe rifiutato un cessate il fuoco e non cederà il territorio alla Russia. In un’intervista a Reuters, il negoziatore ucraino Mykhailo Podolyak ha affermato che le concessioni si ritorcerebbero contro e incoraggerebbero solo la Russia a colpire più duramente.

“La guerra non si fermerà [dopo qualsiasi concessione]. Sarà solo messo in pausa per qualche tempo”, ha detto il consigliere presidenziale.

“Dopo un po’, con rinnovata intensità, i russi costruiranno armi, manodopera e lavoreranno sui propri errori. … E inizieranno una nuova offensiva, ancora più sanguinosa e su larga scala “, ha detto.

Dopo aver sconfitto le ultime sacche di resistenza a Mariupol, la Russia ha intensificato la sua offensiva nella regione orientale del Donbas. Domenica, il ministero della Difesa russo ha affermato di aver colpito obiettivi a est ea sud con attacchi aerei e di artiglieria.

Zelenskyy sabato ha affermato che il ritorno alle posizioni prima dell’invasione della Russia a febbraio rappresenterebbe la “vittoria”. Parlando alla televisione ucraina, ha affermato che il conflitto può essere risolto solo attraverso la diplomazia.

Zelenskyy dovrebbe affrontare il Forum economico mondiale lunedì nella località svizzera di Davos. La guerra in Ucraina e l’impatto delle sanzioni economiche contro la Russia domineranno l’incontro dell’élite imprenditoriale mondiale. Leader economici e politici discuteranno anche dei mercati energetici e del rischio di carestia nei paesi più poveri che dipendono dalle esportazioni ucraine.

Lo sono stati gli oligarchi russi e gli individui sanzionati escluso dal World Economic Forum, una mossa che ha colpito duramente il budget dell’organizzazione.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati