Home PoliticaMondo L’UE riscrive il divieto del petrolio per concedere più tempo a Ungheria, Slovacchia e Repubblica Ceca

L’UE riscrive il divieto del petrolio per concedere più tempo a Ungheria, Slovacchia e Repubblica Ceca

da Notizie Dal Web

La Commissione europea ha proposto un piano rivisto per sanzionare la redditizia industria petrolifera di Vladimir Putin, per dare ad alcuni paesi del blocco più tempo per prepararsi alla vita senza le importazioni di carburante russe.

Secondo i piani visti da POLITICO e proposti diplomatici venerdì, Ungheria e Slovacchia arriveranno fino alla fine del 2024, un anno in più in più originale calendario — per rispettare il divieto.

La Repubblica ceca, che ha anche espresso preoccupazione per il calendario proposto da Ursula von der Leyen all’inizio di questa settimana, avrà tempo fino alla fine di giugno 2024, secondo l’ultima bozza della Commissione.

Ungheria e Slovacchia avevano avvertito che il danno economico derivante dall’abbandono delle forniture petrolifere russe sarebbe stato troppo grave se non avessero avuto più tempo per adattarsi. La Slovacchia ha affermato di aver bisogno almeno fino alla fine del 2025, mentre il primo ministro ungherese Viktor Orbán ha chiesto un ritardo di cinque anni.

Colloqui tra diplomatici dei paesi dell’UE sono in corso e non è stato raggiunto un accordo definitivo sul sesto pacchetto di sanzioni della Russia del blocco. Prendere di mira l’industria petrolifera di Putin è considerato fondamentale per cercare di limitare un flusso di entrate chiave che aiuta a finanziare la sua invasione dell’Ucraina.

Con il dibattito sui dettagli in corso, i negoziati tra i paesi dell’UE potrebbero andare avanti venerdì sera tardi o nel fine settimana.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati