Home Cronaca L’Uganda firma le peggiori leggi anti-LGBTQ del mondo

Con una mossa sicura di invitare alla condanna e rischiare sanzioni, l’Uganda ha approvato una nuova legge anti-LGBTQ più severa che include la pena di morte.

Il presidente Yoweri Museveni ha firmato la legislazione anti-LGBTQ più dura del mondo, proposta per la prima volta a marzo ma rimandata ai legislatori presumibilmente per “attenuare alcune disposizioni”.

La sua approvazione definitiva del disegno di legge, che ora contiene la possibilità della pena di morte, era attesa, in parte a causa della campagna dei gruppi ecclesiali evangelici occidentali.

Le relazioni omosessuali erano già illegali in Uganda, come in più di 30 paesi africani, ma la nuova legge va molto oltre.

Stabilisce la pena capitale per i “criminali seriali” contro la legge e la trasmissione di una malattia terminale come l’HIV/AIDS attraverso il sesso gay. Decreta anche una condanna a 20 anni per “promozione” dell’omosessualità.

L’Uganda riceve miliardi di dollari in aiuti esteri ogni anno e potrebbe ora affrontare sanzioni.

“Il presidente ugandese ha oggi legalizzato l’omofobia e la transfobia sponsorizzate dallo stato”, ha dichiarato Clare Byarugaba, un’attivista per i diritti dell’Uganda. “È un giorno molto buio e triste per la comunità LGBTIQ, i nostri alleati e tutto l’Uganda”.

Lei e altri attivisti hanno promesso una sfida legale alla legge, che Museveni è stata mostrata firmare alla sua scrivania con una penna d’oro in una foto twittata dalla presidenza. Il leader 78enne ha definito l’omosessualità una “deviazione dalla normalità” e ha esortato i legislatori a resistere alle pressioni “imperialiste”.

L’Uganda riceve miliardi di dollari in aiuti esteri ogni anno e potrebbe ora affrontare sanzioni.

Lo sponsor del disegno di legge, Asuman Basalirwa, ha detto ai giornalisti che il visto statunitense della portavoce del parlamento Anita Among è stato annullato dopo la firma della legge. Ha risposto: “Con molta umiltà, ringrazio i miei colleghi, i membri del Parlamento, per aver resistito a tutte le pressioni dei bulli e dei teorici della cospirazione apocalittica nell’interesse del nostro Paese”.

La Casa Bianca ha condannato il disegno di legge approvato a marzo e il mese scorso il governo degli Stati Uniti ha affermato che stava valutando le implicazioni della legislazione per le attività in Uganda nell’ambito del PEPFAR, il suo programma di punta contro l’HIV/AIDS.

L’avvocato per i diritti dell’Uganda Stella Nyanzi ha risposto: “Piangi amato Uganda, piangi per questo triste giorno per i diritti delle persone LGBTIQA+ e dei loro alleati. La luta continua!

Il presidente Joe Biden ha dichiarato: “L’emanazione dell’Anti-Homosexuality Act dell’Uganda è una tragica violazione dei diritti umani universali. Mi unisco alle persone di tutto il mondo, compresi molti in Uganda, nel chiedere la sua immediata abrogazione”.

“Stiamo prendendo in considerazione ulteriori misure, inclusa l’applicazione di sanzioni e la limitazione dell’ingresso negli Stati Uniti contro chiunque sia coinvolto in gravi violazioni dei diritti umani o corruzione”.

L’avvocato per i diritti dell’Uganda Stella Nyanzi ha risposto: “Piangi amato Uganda, piangi per questo triste giorno per i diritti delle persone LGBTIQA+ e dei loro alleati. La luta continua!

Il ministro degli Esteri canadese Melanie Joly ha detto questo: “Il disegno di legge ‘anti-gay’ dell’Uganda è aberrante, crudele e ingiusto. Nessuno dovrebbe vivere nella paura o essere perseguitato per quello che è e per chi ama. Siamo al fianco della comunità LGBQTQ+ nel respingere la crescente repressione dei loro diritti umani”.

La posta L’Uganda firma le peggiori leggi anti-LGBTQ del mondo apparso per primo su Verità.

Fonte: www.veritydig.com

Articoli correlati