Home PoliticaMondo Michel: i leader dell’UE parleranno della sicurezza delle infrastrutture dopo i danni del Nord Stream

Michel: i leader dell’UE parleranno della sicurezza delle infrastrutture dopo i danni del Nord Stream

da Notizie Dal Web

Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel ha detto che i leader dell’UE discuteranno della sicurezza delle infrastrutture critiche in un vertice di venerdì, a seguito dei danni ai gasdotti Nord Stream che i paesi occidentali hanno definito un probabile atto di sabotaggio.

“Il sabotaggio degli oleodotti Nordstream è una minaccia per l’UE. Siamo determinati a proteggere la nostra infrastruttura critica”, ha detto Michel in un tweet sabato.

“I leader parleranno di questo al prossimo vertice di Praga”, ha scritto Michel.

I capi di Stato e di governo dell’UE si riuniranno venerdì a Praga per una riunione informale del Consiglio europeo.

La Norvegia ha dichiarato sabato che gli alleati aiuteranno a pattugliare le piattaforme petrolifere e di gas del paese in mare dopo che le esplosioni della scorsa settimana hanno causato perdite nell’oleodotto Nord Stream I, che è stato chiuso dall’inizio di settembre, e nel previsto Nord Stream II sotto il Mar Baltico.

I leader occidentali hanno rapidamente etichettato il danno come probabile sabotaggio.

“Gli atti di sabotaggio di Nordstream sembrano essere un tentativo di destabilizzare ulteriormente l’approvvigionamento energetico dell’UE”, Michel twittato mercoledì, sollecitando “un’indagine urgente e approfondita” sulla questione.

“I responsabili saranno ritenuti pienamente responsabili e costretti a pagare”, ha affermato Michel. “I nostri sforzi per diversificare l’approvvigionamento energetico lontano dal gas russo continuano”.

L’Agenzia danese per l’energia sabato ha affermato che uno dei gasdotti, il Nord Stream II, sembra aver smesso di perdere, secondo quanto riportato dall’Associated Press.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati