Home PoliticaMondo Nessun accordo ancora con Russia o Turchia per sbloccare il Mar Nero, afferma l’Ucraina

Nessun accordo ancora con Russia o Turchia per sbloccare il Mar Nero, afferma l’Ucraina

da Notizie Dal Web

Kiev afferma di non aver ancora raggiunto alcun accordo con la Russia o la Turchia per consentire il passaggio sicuro delle sue navi per il grano nel Mar Nero, iniettando scetticismo nella spinta delle Nazioni Unite per creare un corridoio alimentare vitale.

L’avvertimento arriva alla vigilia di un ciclo di colloqui mediati dalla Turchia per sminare i porti ucraini del Mar Nero e alleviare una crescente crisi alimentare globale che è stata gravemente aggravata dal blocco navale russo.

Mercoledì il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov terrà colloqui con il suo omologo turco ad Ankara I media russi stanno già parlando la prospettiva di un accordo che permetterebbe a Mosca di affermare che sta aiutando le nazioni affamate in Africa e in Medio Oriente.

In una dichiarazione, il ministero degli Affari esteri ucraino ha affermato che Kiev rifiuterà qualsiasi accordo “che non tenga conto dell’interesse dell’Ucraina”.

“Apprezziamo di Turkiye sforzi volti a sbloccare i porti ucraini. Allo stesso tempo, va notato che al momento non ci sono accordi su questo tema tra Ucraina, Turchia e Russia”, dichiarazione ha detto.

Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelenskyy ha detto che né lui né il ministro degli Esteri Dmytro Kuleba sono stati invitati ai colloqui ad Ankara, Interfax segnalato.

Un accordo che consente alle navi russe un maggiore accesso al porto ucraino di Odesa non è un punto di partenza per Kiev, poiché ritiene che la marina russa trarrebbe vantaggio da un porto sminato per attacco esso. La Russia ha precedentemente segnalato vorrebbe un sollievo dalle sanzioni in cambio di garanzie sull’esportazione di cibo.

“Dato il recente attacco missilistico russo su un terminal del grano a Mykolaiv, non possiamo escludere i piani della Russia di utilizzare un tale corridoio per attaccare Odesa e l’Ucraina meridionale”, continua la dichiarazione.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati