Home Cronaca Perché le schede elettorali per posta in Georgia sono crollate di un milione?

Perché le schede elettorali per posta in Georgia sono crollate di un milione?

da Notizie Dal Web

Le leggi sul voto del GOP sono alla base del ballottaggio forzato nella corsa al Senato dello Stato di Peachtree.

I voti degli assenti sono precipitati da un totale di 1,28 milioni nel novembre 2020 a poco più di 240.000 nelle elezioni generali della scorsa settimana in Georgia.

Dato che le votazioni per corrispondenza in Georgia favoriscono i democratici due a uno, è ragionevole concludere che questo calo mozzafiato dell’81% di oltre un milione di voti per corrispondenza probabilmente è costato al senatore Raphael Warnock una vittoria assoluta. La legge della Georgia richiede che un candidato vinca con il 50% dei voti più uno.

Sebbene l’incumbent Warnock abbia guidato il suo sfidante repubblicano Herschel Walker con 35.202 voti, ciò lo pone ancora 23.000 voti al di sotto della soglia del 50%. Di conseguenza, Warnock è ora costretto a un ballottaggio con Walker.

Nonostante le sue enormi dimensioni, il calo di un milione di voti è stato offuscato dai comunicati stampa del Segretario di Stato repubblicano della Georgia, che ha annunciato: “L’affluenza alle urne anticipata da record della Georgia si è conclusa con 2.288.889 elettori che hanno votato durante il voto anticipato”.


Il nuovo film di Greg Palast, “Vigilante: Georgia’s Vote Suppression Hitman”, sarà disponibile gratuitamente per i lettori di Truthdig per le prossime due settimane solo su VigilanteMovie.com. Vigilante è diretto da David Ambrose, introdotto da Martin Sheen e narrato da Rosario Dawson.

Come potevano i media essersi persi l’elefante da un milione di voti scomparso dalla stanza? Senza leggere la stampa fine – i rapporti sulle votazioni anticipate includono comunemente le schede per assente ricevute – questo presunto salto nelle votazioni anticipate è stato citato senza riserve.

Questo salto chimerico nel voto è stato propagandato dal governatore Brian Kemp come risposta alle accuse degli avvocati per i diritti di voto, tra cui Gerald Griggs della NAACP, secondo cui le 98 pagine di restrizioni al voto incorporate nella nuova legge sul voto della Georgia, il Senate Bill 202, avrebbero soppresso la minoranza voto.

Nel suo discorso di vittoria, Kemp ha detto: “Senate Bill 202, Georgia’s Election Integrity Act – ricordi, l’hanno chiamato ‘Jim Crow 2.0’ e ‘Jim Crow con giacca e cravatta’ – secondo i media, il presidente Biden e i loro alleati di estrema sinistra. Se sostieni un documento d’identità con foto nelle schede elettorali, sei un razzista”, un’accusa messa a tacere dal presunto balzo nel voto.

Le disposizioni chiave dell’SB202 includevano nuove restrizioni sostanziali al voto per corrispondenza, un metodo di voto ora preferito dagli elettori di minoranza – leggi, democratici. È stato elaborato dalla legislatura controllata dal GOP e firmato da Kemp l’anno scorso subito dopo che i Democratici hanno conquistato lo stato con le vittorie del presidente Joe Biden e dei candidati al Senato Warnock e Jon Ossoff.

Con il cambio di legge da quando si è candidato nel 2020, il voto per corrispondenza di Warnock quest’anno è precipitato a 164.282, con un calo del 73%.

Tra le disposizioni dell’SB 202 che incidono sul voto per corrispondenza:

–  Le cassette postali erano quasi vietate nelle contee urbane, ovvero nere. Nello specifico, le contee non sono autorizzate a fornire più di un’urna elettorale per 100.000 abitanti, riducendo il numero di cassette postali nell’area di Atlanta da 107 a 25. contee repubblicane rurali.)

–  La nuova legge vietava di collocare le urne fuori dagli uffici governativi. Invece, tutte le cassette postali dovevano essere chiuse a chiave all’interno dei primi seggi elettorali. Questa restrizione elimina di fatto il loro scopo principale di fornire un comodo luogo drive-up aperto di notte per le persone che trovano difficile votare di persona durante l’orario di lavoro. È come se l’ufficio postale rimuovesse tutte le cassette postali e dichiarasse che le lettere possono essere spedite solo all’interno di un ufficio postale durante l’orario lavorativo.

– Questa regola ha anche reso inaccessibili le urne elettorali durante il fine settimana cruciale prima del giorno delle elezioni perché la legge della Georgia vieta tutte le votazioni la domenica nota come “Souls to the Polls Day” nelle comunità afroamericane.

– Per la prima volta, la nuova legge richiede che le schede elettorali per posta includano l’identificazione come il numero della patente di guida. Esperti di voto come l’ex professoressa di giurisprudenza della Columbia Barbara Arnwine si sono a lungo lamentati del fatto che ogni ulteriore passo è un ostacolo nel processo, tagliando i voti e portando anche a più squalifiche.

– Fondamentalmente, SB 202 rende anche illegale l’invio di schede elettorali a meno che non sia specificamente richiesto da un elettore.

Questo è stato particolarmente devastante. Covid è stato un banco di prova per il voto per corrispondenza. Stati tra cui il Colorado e l’Oregon, che hanno il voto universale per corrispondenza, hanno dimostrato che l’invio di massa delle schede elettorali aumenta in modo significativo l’affluenza alle urne. La stessa Georgia ha testato il metodo nel 2020 e ha funzionato, aumentando l’affluenza alle urne dalle elezioni presidenziali del 2016 di quasi un milione di voti, un aumento composto interamente da voti per corrispondenza.

“Inequivocabilmente, Warnock non sarebbe al ballottaggio senza la soppressione del voto”

-Kendra Davenport Cotton, Progetto New Georgia, CEO

Effetto partigiano: Mail-in “blues” per GOP

Nel novembre 2020, Warnock ha ricevuto 601.522 voti per assente per posta contro i 249.090 voti per assente del suo avversario repubblicano, un rapporto di oltre due a uno a favore del democratico. Il vantaggio di due a uno nei voti per corrispondenza è stato ripetuto nel ballottaggio di gennaio 2021.

Mentre l’affluenza alle urne alle elezioni del 2020 e ai ballottaggi del 2021 è aumentata vertiginosamente, la legislatura del GOP apparentemente non era contenta delle preferenze di coloro che si sono presentati, in gran parte blu democratici.

Con il cambio di legge da quando si è candidato nel 2020, il voto per corrispondenza di Warnock quest’anno è precipitato a 164.282, con un calo del 73%. Mentre anche il voto per assente repubblicano è diminuito (a soli 18.545 voti per corrispondenza per Walker in tutto lo stato), il calo delle comunicazioni per corrispondenza derivante dalla nuova legge ha principalmente punito Warnock.

Il calo delle votazioni per corrispondenza, in particolare quelle restituite alle cassette postali, ha una distinta sfumatura razziale. Le contee più grandi della Georgia per popolazione, Fulton e Cobb, entrambe a maggioranza non bianca, hanno visto il voto per corrispondenza scendere da 259.000 a soli 43.000. In quelle due contee, gli elettori assenti hanno scelto Warnock rispetto ai suoi avversari per cinque a uno.

Ad Atlanta, Kendra Davenport Cotton, CEO del gruppo per i diritti di voto New Georgia Project, ha concluso dai dati inviati per posta che “Inequivocabilmente, Warnock non sarebbe al ballottaggio senza la soppressione del voto”.

Scatole, muli e “The Big Lie”

La spinta a vietare il voto universale per corrispondenza e l’eliminazione virtuale delle cassette postali è stata promossa a livello nazionale dal film “2000 Mules”. Il documentario, lanciato all’inizio di quest’anno a Mar-a-Lago dall’ex presidente Trump, pretende di mostrare uomini di colore, che chiamano “muli”, che sarebbero stati pagati $ 10 per ciascuna delle migliaia di schede rubate inserite in cassette postali.

Una cassetta di sicurezza della Georgia (Greg Palast)

“2000 Mules”, in seguito alla cosiddetta indagine su autoproclamati vigilanti cacciatori di frodi elettorali, incentrata su cassette postali nella contea di Fulton. Trump e le accuse nel film hanno costretto una massiccia e costosa verifica di ogni scheda elettorale espressa a Fulton. Il capo del voto della Georgia Brad Raffensperger ha dichiarato: “Gli agenti delle forze dell’ordine con il mio ufficio e il Georgia Bureau of Investigation hanno indagato diligentemente su tutte le denunce di frode o irregolarità e continuano a indagare. Il loro lavoro mi ha mostrato che non ci sono prove sufficienti per mettere in dubbio il risultato del concorso presidenziale in Georgia”.

Tuttavia, nonostante non abbiano riscontrato frodi significative nel voto per corrispondenza, Raffensperger e il suo capo Kemp hanno spinto SB 202, riducendo l’accesso al voto per corrispondenza favorito dagli elettori neri.

Le nuove regole della Georgia sul voto per corrispondenza minacciano di avere un effetto ancora maggiore sull’esito del ballottaggio per il seggio al Senato previsto per il 6 dicembre. SB202 ha ridotto il tempo tra le elezioni generali a un solo mese da due mesi, riducendo il tempo in cui le schede possono essere richieste e restituite. Inoltre, i funzionari del GOP della Georgia ora rivendicano la legge che vieta il voto nei due fine settimana prima del ballottaggio. Questo è un ulteriore ostacolo alla possibilità degli elettori “anime alle urne” di raggiungere le cassette postali che saranno chiuse a chiave quelle domeniche.

David Ambrose, regista dei film di Palast “The Best Democracy Money Can Buy” e “Vigilante”, ha contribuito a questo rapporto.

La posta Perché le schede elettorali per posta in Georgia sono crollate di un milione? apparso per primo su Verità.

Fonte: www.veritydig.com

Articoli correlati