Home PoliticaMondo Pillole di caffeina, ologrammi e trattenere la pipì: i trucchi dei politici per stare all’erta

Pillole di caffeina, ologrammi e trattenere la pipì: i trucchi dei politici per stare all’erta

da Notizie Dal Web

Benvenuti in Declassified, una rubrica settimanale di umorismo.

A tarda notte, alti livelli di stress e viaggi costanti: essere un politico in vista delle elezioni è un po’ come essere in un gruppo rock (se quel gruppo rock doveva vestirsi in modo elegante, parlare del costo dell’energia e scappare il rischio che un elettore scontento occasionale gli rompa un uovo in testa).

Non c’è da stupirsi che si stanchino. Marine Le Pen, ad esempio, ha attribuito il suo fallimento nel battere Emmanuel Macron nel secondo turno delle elezioni presidenziali del 2017 in parte alla sua stanchezza dopo una campagna estenuante (questa e le sue politiche, ovviamente). Questa volta, lei dice di sì sentirsi meglio grazie alle pillole di vitamina C e caffeina. Fondamentalmente è la versione politica di una studentessa potenziata da Pro Plus e Red Bull mentre studia per un grande esame, e quindi presto avrà bisogno di una sdraiata e di una coccola da parte di un genitore. Anche se nel caso di Le Pen, papà non è proprio il tipo da coccolare.

Macron, nel frattempo, si sente anche rinfrescato per non aver fatto alcuna campagna reale a parte un massiccio raduno (e posa per quelle foto con una felpa con cappuccio per l’effetto completo “Sono proprio come Volodymyr Zelenskyy, ma senza la guerra”).

L’unica altra persona con la possibilità di arrivare al secondo turno delle elezioni francesi, l’uomo di sinistra Jean-Luc Mélenchon, ha ridotto il carico utilizzando una versione olografica di se stesso per apparire in più manifestazioni elettorali contemporaneamente, un trucco che ha usato anche nel 2017. È una tecnica utilizzata principalmente per le esibizioni di pop star morte, tra cui Michael Jackson che cammina sulla luna ai Billboard Music Awards del 2014 e Tupac Shakur che si esibisce al festival musicale di Coachella del 2012.

Purtroppo, Mélenchon ha appena parlato della sua piattaforma politica e non ha duettato con Whitney Houston, il cui ologramma ha girato il mondo. Che enorme opportunità persa per me di disegnare un diagramma di Venn con persone che vogliono abbassare l’età pensionabile e congelare il prezzo del carburante da un lato, e coloro che si divertono a cantare una versione karaoke di “I Wanna Dance With Somebody (Who Loves Me)” dall’altro.

Tutti i politici hanno i propri metodi per affrontare situazioni potenzialmente stressanti. L’ex primo ministro britannico David Cameron ha utilizzato la tecnica della “vescica piena” per ottenere la massima concentrazione durante i vertici dell’UE a tarda notte. Cameron ha rivelato dopo un tale vertice nel 2011 che durante la cena formale e il successivo commercio di cavalli, è rimasto intenzionalmente “disperato per una pipì”.

Quella tecnica si è ritorta orribilmente controproducente nel 2016 quando era così disperato per pisciare che ha sbottato: “Sì, va bene, facciamo un referendum sull’adesione all’UE. Ora dov’è il gabinetto?”

DIDASCALIA CONCORSO

“In che posizione gioco? Ala destra.”

Puoi fare di meglio? E-mail pdalison@politico.eu o su Twitter @pdallisonesque

La scorsa settimana vi abbiamo regalato questa foto:

Grazie per tutte le voci. Ecco il meglio della nostra borsa della posta: non c’è premio tranne il dono di una risata, che penso che tutti possiamo concordare è molto più prezioso dei contanti o dell’alcol.

“La boy band veterana lancia il suo singolo di beneficenza per aiutare l’Ucraina”, di Paul Barrett

Paul Dallison è il redattore di Slot News di POLITICO.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati