Home PoliticaMondo Scholz tedesco chiede un tetto massimo di prezzo dell’UE sulle importazioni di gas

Scholz tedesco chiede un tetto massimo di prezzo dell’UE sulle importazioni di gas

da Notizie Dal Web

BERLINO — Il cancelliere tedesco Olaf Scholz venerdì ha criticato la proposta di limitare il prezzo di tutte le importazioni di gas nell’UE, sostenendo che i paesi che spingono un’idea del genere non avevano “considerato” le conseguenze di un passo così radicale.

Il primo ministro belga Alexander De Croo detto POLITICO giovedì che sostiene un tetto massimo di prezzo “ampio” su tutte le importazioni di gas.

Anche altri paesi come l’Italia, la Polonia e la Grecia sostengono l’idea, che sarebbe molto più ampia di una proposta della Commissione Europea limitare solo il prezzo delle importazioni di gasdotto russo.

Interrogato da POLITICO in merito a questa spinta per un tetto massimo globale del prezzo del gas durante una conferenza stampa con il presidente del Consiglio europeo Charles Michel a Berlino, Scholz ha espresso forte scetticismo.

“Abbiamo amici in Norvegia che ci forniscono molto gas, abbiamo amici negli Stati Uniti che ci forniscono gas. Sappiamo che altri in tutto il mondo lo stanno facendo. E questo è qualcosa che esula dalla giurisdizione dell’Unione europea, se così posso metterla”, ha detto il cancelliere.

C’è preoccupazione a Berlino sul fatto che l’UE non abbia giurisdizione legale per costringere i fornitori stranieri di gas ad abbassare i loro prezzi e che qualsiasi limite del genere potrebbe semplicemente indurli a deviare le spedizioni di gas in altre parti del mondo.

“Le soluzioni e le proposte non sono quindi così ovvie come sembrano ad alcune persone. Penso che abbiamo davvero bisogno di un duro lavoro lì”, ha detto Scholz.

Anche solo puntare la misura sul gas russo potrebbe indurre il Cremlino a interrompere le sue spedizioni molto ridotte, il che potrebbe essere un problema per i paesi dell’Europa centrale riceve ancora gas dalla Russia, avvertì Scholz.

“Per la Germania, è chiaro che teniamo sempre conto della situazione degli Stati membri”, ha affermato Scholz. “Ascolteremo attentamente ciò che gli Stati membri hanno da dire che continuano a ottenere gas dalla Russia su larga scala”.

Se il Cremlino chiude i rubinetti, la Germania dovrebbe condividere il gas con i vicini secondo le regole dell’UE, lasciando meno per sé per superare questo inverno.

Questo articolo fa parte di POLITICA Pro

La soluzione one-stop-shop per i professionisti delle politiche che fondono la profondità del giornalismo POLITICO con la potenza della tecnologia

Scoop e approfondimenti esclusivi

Piattaforma di policy intelligence personalizzata

Una rete di relazioni pubbliche di alto livello

PERCHE’ ANDARE PRO

ACCESSO

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati