Home PoliticaMondo Scholz tedesco: la Russia non può dettare un accordo di pace in Ucraina

Scholz tedesco: la Russia non può dettare un accordo di pace in Ucraina

da Notizie Dal Web

BERLINO — La Russia non dovrebbe essere in grado di stabilire i termini di alcun accordo di pace che ponga fine alla sua invasione dell’Ucraina, ha detto domenica il cancelliere tedesco Olaf Scholz durante un discorso televisivo per commemorare il 77° anniversario della fine della seconda guerra mondiale.

“Non posso dirvi oggi quando e come finirà la crudele guerra della Russia contro l’Ucraina”, ha detto Scholz. “Ma una cosa è chiara, non dovrebbe esserci una pace dettata dalla Russia. Gli ucraini non lo accetteranno, e nemmeno noi”.

Sotto Scholz, la Germania ha rotto un tabù di vecchia data accettando di fornire armi offensive all’Ucraina da utilizzare nella sua guerra contro le forze russe. Ma Scholz è stato attaccato ferocemente sia per non essersi mosso abbastanza rapidamente nel suo sostegno all’Ucraina, sia da molti a livello nazionale per essersi spinto troppo oltre inviando armi.

Nel suo discorso di domenica sera, Scholz ha cercato di rassicurare i tedeschi sul fatto che stava lavorando al passo con gli alleati del paese e non avrebbe reso la NATO una parte diretta della guerra. Le “difficili” decisioni prese dal suo governo per sostenere Kiev nelle ultime settimane sono state necessarie per contrastare l’aggressione russa, ha affermato.

“Non averlo fatto significherebbe cedere alla pura violenza e conferire potere all’aggressore”, ha affermato Scholz.

Lunedì, il giorno in cui la Russia commemora la sua vittoria nella seconda guerra mondiale, il presidente russo Vladimir Putin dovrebbe tenere un discorso dalla Piazza Rossa di Mosca per affrontare il conflitto.

Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelenskyy aveva invitato Scholz si recherà in visita a Kiev in quella data con una mossa simbolica volta a illustrare il sostegno della Germania.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati