Home Politica Sembra che l’America Latina stia boicottando lo zio Sam del “cattivo vicino”.

I piani degli Stati Uniti di ospitare un Summit delle Americhe a Los Angeles a giugno sono stati ribaltati dall’abbandono di diversi paesi.

Come mai? Stanno boicottando la nostra decisione meschina di non invitare Cuba, Venezuela e Nicaragua. Sembra che questi paesi poveri e piccoli non si pieghino alla richiesta dell’America di inchinarsi al dominio unipolare statunitense del mondo, specialmente nel cortile di casa dell’America.

Il presidente messicano Andres Lopez Obrador, il presidente boliviano Luis Arce e il presidente argentino Alberto Fernandez hanno tutti chiesto agli Stati Uniti di invitare i 3 bersagli dell’odio degli Stati Uniti o non parteciperanno. Ciò pone un enorme dilemma per il presidente Biden, che afferma di ristabilire una diplomazia ragionevole nella politica estera degli Stati Uniti dopo 4 anni di cattiva gestione e pasticci di Trump.

Nel 1933 il nuovo presidente FDR annunciò la politica del buon vicinato con l’America Latina invertendo decenni di sfruttamento economico e intervento militare. Quella politica ha funzionato per un certo periodo, ma è stata abbandonata durante la Guerra Fredda. L’America considerava ogni movimento progressista lì come un’influenza comunista che doveva essere invertita, la gente fosse dannata.

Gli obiettivi principali erano i Big 3: Venezuela, Nicaragua e Cuba. Abbiamo interferito nel governo socialista del Venezuela dall’inizio di questo secolo. La nostra guerra contro il Nicaragua risale agli anni ’80 di Reagan, che hanno ispirato il suo scandaloso Iran Contra che avrebbe dovuto mettere Reagan sotto accusa. Ma per la truffa americana, niente è paragonabile a Cuba, che è stata sanzionata senza pietà ormai da 62 anni.

Sfortunatamente, l’America continua ad essere un terribile vicino dell’America Latina, tanto che molti invitati al Vertice delle Americhe il mese prossimo dicono allo zio Sam: “Stuff it”.

Walt Zlotow è stato coinvolto in attività contro la guerra quando è entrato all’Università di Chicago nel 1963. È l’attuale presidente della West Suburban Peace Coalition con sede nella periferia occidentale di Chicago. Scrive ogni giorno su contro la guerra e altre questioni su www.heartlandprogressive.blogspot.com.

Il post Sembra che l’America Latina stia boicottando lo zio Sam del “cattivo vicino”. è apparso per primo Blog di Antiwar.com.

Fonte: antiwar.com

Articoli correlati