Home PoliticaMondo Trump sotto inchiesta per potenziali violazioni dell’atto di spionaggio

WASHINGTON – Un mandato di perquisizione visionato da POLITICO rivela che l’FBI sta indagando su Donald Trump per una potenziale violazione dell’Espionage Act e ha rimosso i documenti riservati dalla tenuta dell’ex presidente in Florida all’inizio di questa settimana.

Una ricevuta che accompagna il mandato di perquisizione, visionata da POLITICO venerdì, mostra che Trump possedeva documenti tra cui una nota manoscritta; documenti contrassegnati con “TS/SCI”, che indicano uno dei livelli più alti di classificazione del governo; e un altro articolo etichettato “Info re: Presidente della Francia”.

Il mandato mostra che le forze dell’ordine federali stavano indagando su Trump per rimozione o distruzione di documenti, ostacolo a un’indagine e violazione dell’Espionage Act. La condanna secondo gli statuti può comportare la reclusione o multe.

I documenti, che dovrebbero essere svelati più tardi venerdì dopo che il Dipartimento di Giustizia ha chiesto la loro divulgazione pubblica tra gli attacchi implacabili di Trump e dei suoi alleati del GOP, sottolineano la straordinaria minaccia alla sicurezza nazionale che gli investigatori federali credevano che i documenti mancanti presentassero. La preoccupazione è diventata così acuta che il procuratore generale Merrick Garland ha approvato la perquisizione senza precedenti della proprietà di Trump la scorsa settimana.

Taylor Budowich, un portavoce di Trump, ha affermato che la mossa dell’FBI “non è stata solo senza precedenti, ma non necessaria – e ora stanno facendo trapelare bugie e allusioni per cercare di spiegare l’armamento del governo contro il loro avversario politico dominante. Questo è oltraggioso”.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati