Home PoliticaMondo Ue, Stati Uniti e altri funzionari escono dalla riunione del G20 quando parla il ministro russo

Ue, Stati Uniti e altri funzionari escono dalla riunione del G20 quando parla il ministro russo

da Notizie Dal Web

Il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yellen e altri politici globali hanno abbandonato una riunione del Gruppo delle 20 principali economie a Washington mercoledì, quando il ministro delle finanze russo ha iniziato a parlare, secondo una persona che ha familiarità con la questione.

La Yellen ha lasciato la sessione insieme al ministro delle finanze ucraino Serhiy Marchenko e a molti altri ministri delle finanze e governatori delle banche centrali una volta che Anton Siluanov, il ministro delle finanze russo che si è unito virtualmente alla riunione, ha iniziato a parlare alla riunione, ha detto la persona. Alcuni responsabili delle politiche economiche di altri paesi che hanno aderito hanno praticamente spento le telecamere quando Siluanov ha iniziato a parlare, ha aggiunto la persona.

Tra gli altri funzionari che si sono ritirati c’erano il presidente della Federal Reserve statunitense Jerome Powell, il presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde, il commissario europeo per l’Economia Paolo Gentiloni e il ministro delle finanze canadese Chrystia Freeland. I funzionari di Italia, Francia, Spagna e Germania sono rimasti fermi.

Yellen aveva detto la scorsa settimana che gli Stati Uniti avrebbero potuto saltare alcune riunioni del G20 se la Russia avesse partecipato. Gli alti funzionari del Tesoro hanno detto lunedì che avrebbe partecipato alla sessione di apertura della riunione che si occupa delle conseguenze macroeconomiche della guerra, in solidarietà con la sua controparte ucraina, ma che potrebbe saltare altre sessioni. Yellen si incontrerà in privato giovedì con Marchenko e il primo ministro ucraino Denys Shmyhal, ha confermato un funzionario del Tesoro.

“Sarà importante per noi essere lì per stare con i nostri partner e alleati in opposizione all’invasione della Russia e a sostegno dell’Ucraina”, ha detto un alto funzionario del Tesoro. “Non possiamo lasciare che la Russia impedisca agli Stati Uniti e ai nostri partner di portare a termine un lavoro importante in questa sessione, così come ad alcuni degli altri”.

L’amministratore delegato del Fondo monetario internazionale Kristalina Georgieva ha dichiarato mercoledì mattina in una conferenza stampa che alcuni paesi potrebbero andarsene se Siluanov si fosse unito alla riunione.

Interrogata sul significato del G20 in tempo di guerra che coinvolge i suoi membri, Georgieva ha detto: “Come istituzione che conta 190 membri posso garantire che è più difficile quando ci sono tensioni, ma non è impossibile, e importante si prendono le decisioni”.

Il presidente Joe Biden ha chiesto la rimozione della Russia dal G20, ma l’Indonesia, che presiede il gruppo quest’anno, ha affermato che prevede di invitare funzionari russi a riunioni di questa settimana che coincidono con le riunioni di primavera del FMI e della Banca mondiale.

In un incontro individuale con il ministro delle finanze indonesiano Sri Mulyani Indrawati martedì, Yellen “ha fermamente condannato la brutale invasione russa dell’Ucraina e ha sottolineato che non ci saranno affari normali per la Russia nell’economia globale”, ha affermato il Tesoro.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati