Home PoliticaMondo Zelenskyj rivolge un appassionato appello al Congresso, chiedendo di più

In un emozionante discorso al Congresso mercoledì sera che i leader del partito hanno paragonato alle suppliche belliche della seconda guerra mondiale, il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy ha esortato i legislatori a continuare a fornire armi e aiuti per aiutare l’Ucraina a respingere la Russia durante l’inverno e oltre.

“Puoi accelerare la nostra vittoria. Lo so”, ha detto Zelenskyy nel discorso, vestito con la sua tuta da battaglia e gli stivali da combattimento sulla pedana nella camera della Camera. “Fai vedere al mondo che gli Stati Uniti sono qui”.

Durante il suo discorso di circa 20 minuti pronunciato interamente in inglese, il presidente ucraino ha sostenuto il suo sostegno continuo, sottolineando la sua gratitudine per ciò che è stato fornito, pur dicendo che non è abbastanza.

“Il vostro sostegno è fondamentale, non solo per resistere a una simile battaglia, ma per arrivare al punto di svolta per vincere sul campo di battaglia”, ha detto, presentando il suo caso direttamente a Washington nel suo primo viaggio all’estero dopo l’invasione. «Abbiamo l’artiglieria, sì. Noi ce l’abbiamo. È abbastanza? Onestamente, non proprio.

E a giudicare dal fragoroso applauso echeggiato in tutta la Camera, quel messaggio è stato per lo più ricevuto. Centinaia di legislatori hanno riempito i corridoi con tutta la pompa e le circostanze, e persino i selfie, di un discorso sullo stato dell’Unione, molti vestiti con giacche e sciarpe blu reale e gialle per onorare l’Ucraina. Un membro, la rappresentante Madeleine Dean (D-Pa.), ha drappeggiato la bandiera della nazione sul suo sedile, tenendola sollevata con l’aiuto di altri membri mentre Zelensky entrava nella camera.

Il vero banco di prova per Zelenskyj, tuttavia, si è seduto dall’altra parte dell’aula, dove diversi scettici del GOP – il cui partito avrà presto la maggioranza alla Camera – sono rimasti stoicamente seduti per tutto il discorso, anche se i loro colleghi si sono alzati in piedi e hanno applaudito.

“Non credo che abbia cambiato i cuori e le menti di nessuno”, ha detto il rappresentante Kevin Hern (R-Okla.), presidente entrante del Comitato di studio repubblicano, pochi istanti dopo il discorso. “Penso che coloro che sosterranno con tutto il cuore l’Ucraina continueranno a farlo. Le persone come me continueranno a rimanere nel regno del ‘Prima dobbiamo proteggere questa nazione'”.

Parte di quella resistenza del GOP è stata chiarita questa settimana, mentre i leader del partito lavorano per approvare un disegno di legge di spesa omnibus da 1,7 trilioni di dollari che include circa 45 miliardi di dollari in aiuti all’Ucraina.

“Anche nell’omni, stiamo proteggendo i confini di altre nazioni e non i nostri”, ha detto Hern, indicando altre esigenze come il confine meridionale negli Stati Uniti.

La maggior parte dei membri, tuttavia, è apparsa particolarmente rapita quando Zelenskyj ha parlato delle carenze energetiche della sua nazione durante il Natale.

Zelenskyy ha concluso ringraziando Biden, il Senato e la Camera per il loro sostegno finanziario e militare. “Ringrazio ogni famiglia americana”, ha detto Zelenskyy, poco prima di dispiegare una bandiera firmata – donata dai soldati nella città in prima linea di Bakhmut — alla portavoce Nancy Pelosi e alla vicepresidente Kamala Harris. Pelosi ha baciato la mano e la guancia di Zelenskyy mentre prendeva il gettone, poi lo ha tenuto sopra la sua testa con l’aiuto di Harris, mentre i membri in tutta la camera urlavano e applaudivano.

Zelenskyy ha citato Bakhmut, una città chiave nella regione del Donbas che ha visitato martedì, come un’area chiave che ha un disperato bisogno del sostegno degli Stati Uniti. Deve esserci assistenza sufficiente per garantire che non sia solo una roccaforte a tenere a bada la Russia, ma una città completamente liberata dalle forze d’invasione. Rendere sicura quella città, ha detto, potrebbe essere un punto di svolta per la guerra.

Il presidente ucraino ha anche detto di aver parlato con il presidente Joe Biden della suaFormula di pace in 10 puntiper porre fine alla guerra, che Biden ha sostenuto.

“Il tuo denaro non è beneficenza”, ha detto, ricevendo una delle quasi due dozzine di standing ovation quella sera. “È un investimento nella sicurezza globale e nella democrazia che gestiamo nel modo più responsabile”.

Pelosi, che è agli ultimi giorni del suo mandato, ha poi regalato a Zelenskyy una bandiera americana che quel giorno aveva sventolato sul Campidoglio in suo onore.

Il discorso, che Biden e Pelosi avevano pianificato segretamente per settimane, è stato uno shock per il Campidoglio nella sua settimana più impegnativa dell’anno, con un conto di spesa di quasi 1,7 trilioni di dollari alla spina. All’inizio della settimana, molti membri avevano temuto di tornare a Washington tra le minacce di chiusura del governo e una massiccia tempesta di neve. Invece, hanno ricevuto uno storico indirizzo globale.

È anche una sorta di pietra miliare politica per Pelosi nei suoi ultimi giorni come oratore, che ha fatto il suo viaggio a sorpresa a Kiev a maggio, il primo viaggio di qualsiasi leader di partito.

Fonte: www.ilpolitico.eu

Articoli correlati