Home PoliticaMondo Zelenskyy su Mariupol: “Ogni giorno che passa, diventa sempre più instabile”

Zelenskyy su Mariupol: “Ogni giorno che passa, diventa sempre più instabile”

da Notizie Dal Web

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy ha avvertito che la città costiera di Mariupol è ora in una posizione “molto difficile” dopo settimane di aggressione militare russa.

“La situazione è molto difficile a Mariupol”, ha detto in un’intervista a “State of the Union” della CNN andata in onda domenica. “È chiaro che le cose non miglioreranno. Ogni giorno che passa, sta diventando sempre più instabile”.

La Russia ha emesso un ultimatum ai soldati ucraini che combattevano in città per arrendersi entro domenica.

Zelenskyy dice che è quasi impossibile stimare la perdita di vite umane o la distruzione subita dall’assalto a Mariupol e che non ha fiducia nelle sue controparti russe.

“Non mi fido dell’esercito russo e della leadership russa”, ha detto.

Passando a volte tra la sua lingua madre e l’inglese, Zelenskyy ha nuovamente sollevato la possibilità che la Russia dispieghi il suo arsenale nucleare.

“Potrebbero farlo”, ha detto. “Per loro la vita delle persone non è niente”.

Ha continuato a esprimere il desiderio che l’invasione finisse, senza alcun segno concreto di quando sarebbe stato o in quali circostanze.

“Ci sono milioni di persone che vogliono vivere”, ha detto Zelenskyy. “Tutti noi vogliamo combattere. Ma tutti dobbiamo fare del nostro meglio affinché questa guerra non sia infinita. Più è lungo, più perderemmo”.

Ha espresso ottimismo sul fatto che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden visiterà l’Ucraina nel prossimo futuro dopo che la Casa Bianca questa settimana ha segnalato che sta valutando se inviare unalto funzionario per incontrare il leader ucraino. Tuttavia, i contorni di tali deliberazioni sono ancora instabili.

Fonte: ilpolitico.eu

Articoli correlati