Home PensieRiflessioni Volevo diventare un genitore

Volevo diventare un genitore

da Michele Paulangelo

“Volevo diventare un genitore perché sento di avere molto da offrire in termini di amore, cura e guida. Ma il sentirmi parte dell’essere un genitore è l’idea che ci sarebbe stata questa piccola persona, pronta a diventare parte del mondo.
Sono sicuro che avrei fallito. Anche se mio figlio fosse stato un uomo migliore di me, sento che, in qualche modo, avrei ugualmente fallito perché mi sarei perso l’opportunità di plasmare o dirigere un potenziale che lo avrebbe reso molto più fantastico.
Ma comunque, la cosa bella per me è pensare che avrei dato una mano nel creare questa piccola persona che, un giorno, avrebbe, forse, cambiato il mondo in meglio.
E la cosa bella, anche, è che questo amore incondizionato per mio figlio mi avrebbe ripagato: quando mi sarei sentito male o il peggiore dei genitori e mio figlio mi avesse dato il suo giocattolo, mi avesse abbracciato e riso, il peso del mondo si sarebbe sollevato, anche solo per un momento, e quel momento sarebbe stato perfetto”.
(©️Michele Paulangelo)

Articoli correlati

Lascia un commento