Home PoliticaMondo Il massimo funzionario italiano per i disastri: l’intero paese è “a rischio”

Il massimo funzionario italiano per i disastri: l’intero paese è “a rischio”

da Notizie Dal Web

Il massimo funzionario italiano per i disastri ha avvertito lunedì che l’intero paese è “a rischio”, dopo che una mortale frana di fango ha colpito sabato l’isola di Ischia, uccidendo otto persone e innescando una lotta politica.

Almeno il 94% dei comuni italiani è a rischio di inondazioni, frane ed erosione costiera, secondo il Dipartimento della Protezione Civile italiana. “Tutta l’Italia è a rischio”, ha detto Fabrizio Curcio, che dirige il dipartimentoun’intervistacon La Stampa esce lunedì.

Il disastro è stato segnalato essere il peggiore a colpire Ischia in 20 anni, con 126 millimetri di pioggia caduti in sei ore. Mancano ancora quattro persone.

Domenica, il gabinetto del primo ministro Giorgia Meloni ha dichiarato lo stato di emergenza sull’isola e ha approvato 2 milioni di euro per far fronte alle conseguenze della frana.

I critici affermano che la mossa del governo arriva troppo tardi e sostengono che la risposta dei politici al disastro sia ipocrita, sottolineando che un’amnistia firmata dal governo Lega 5Stelle nel 2018 ha concesso una tregua alle costruzioni abusive nel Paese, nonostante il dissesto idrogeologico italiano.

Il sindaco di Torino Stefano Lo Russo ha detto che “fa male vedere le dichiarazioni dei politici responsabili della sanatoria varata dal governo Lega 5Stelle nel 2018, sostenuto anche da Fratelli d’Italia della Meloni”.

“È ancora più triste che in questo Paese le forze politiche si occupino di dissesto idrogeologico solo quando accadono tragedie di questo tipo”, ha aggiunto.

Il leader di estrema destra della Lega Matteo Salvini – che è attualmente ministro delle infrastrutture italiano ed era vice primo ministro quando è stata firmata l’amnistia – ha schivato le critiche esollecitatovia Twitter che era giunto il momento di “mettere in sicurezza il Paese da nord a sud”.

La frana non è stata l’unico disastro naturale in Italia questo autunno. Undici persone sono state uccise da inondazioni improvvise nella regione centrale delle Marche a settembre a seguito di piogge torrenziali, un evento scientifico disse è stato esacerbato dal cambiamento climatico.

Fonte: www.ilpolitico.eu

Articoli correlati